Maria Paola, parla la mamma di Ciro: “La famiglia ci minacciava”

Maria Paola, parla la mamma di Ciro: “La famiglia ci minacciava”. La mamma di Ciro ha rivelato quanto accaduto settimane e mesi prima dell’incidente

Maria Paola
(foto dal web)

I microfoni di Barbara D’Urso hanno raggiunto la madre di Ciro, il fidanzato di Maria Paola. La ragazza tragicamente morta a Caivano, uccisa dal fratello. Negli ultimi giorni si sta parlando molto di questo caso: siamo nel 2020 e l’omofobia è qualcosa che non dovrebbe esistere più. Non si può sentire, al giorno d’oggi, che una ragazza muoia per amore.

LEGGI ANCHE –> Michelle Hunziker | la pettinatura che sconvolge Instagram | FOTO

Funerali Maria Paola Gaglione (foto dal web)
Funerali Maria Paola Gaglione (foto dal web)

“Mio figlio sta molto male adesso. Neanche noi crediamo a quello che è successo. La mamma può dire quello che vuole, non ci interessa” ha raccontato la madre del ragazzo. “Ciro era stato minacciato altre volte da Michele. Loro due erano molto innamorati, volevano prendere una casa insieme e andare a vivere insieme. Anche all’estero, perché non volevano più stare a Caivano. Si amavano davvero. La mamma non ha mai voluto accettare questa cosa. Una volta venne a casa mia e disse “Ciro deve lasciare stare mia figlia”.

LEGGI ANCHE –> Antonella Clerici figlia | il post tenerissimo per Maelle e la scuola | FOTO

Maria Paola Gaglione uccisa dal fratello transfobia
Maria Paola Gaglione (foto dal web)

Anche la zia di Ciro ha detto la sua. “La famiglia di Paola dice che Ciro ha raccontato delle bugie, che non è vero che Michela la minacciava. Anche Michele ha negato tutto. Loro possono dire quello che vogliono, perché noi abbiamo anche le minacce di sua mamma sul telefono. Paola aveva paura di Michele. Michele aveva minacciato Ciro dicendo “lascia stare mia sorella”. La madre dice tutte quelle cose perché vuole che il figlio esca dal carcere”.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.