Settimana nazionale per la donazione del midollo osseo: il test a casa

.Settimana nazionale per la donazione del midollo osseo. Il Sistema Sanitario dà l’avvio ad una novità: si può ricevere a domicilio il kit per la tipizzazione

Settimana nazionale per la donazione del midollo osseo
midollo osseo – foto dal web

Una delle molteplici conseguenze che ha avuto la pandemia mondiale da Coronavirus è stata senza dubbio la registrazione considerevole di un calo di donazioni di sangue e di midollo osseo.

Non è certo venuta meno la generosità di molti volontari ma la precedente impossibilità di libera circolazione, motivi logistici, norme di sicurezza anti contagio e la giustificata paura per d’ infezione, hanno fatto si che le scorte stiano man mano diminuendo.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Dall’inizio della pandemia le donazioni di midollo osseo sono scese addirittura del 60%.

Il Ministero della salute, il Centro Nazionale Trapianti, Centro Nazionale Sangue, Registro Italiano Donatori di Midollo Osseo (IBMDR), dalla Federazione ADMO e dalla Federazione ADOCES e l’associazione Adisco hanno quindi promosso tutti insieme Match it Now.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>Il benessere della pelle. Attenzione all’alimentazione e l’umidità

Settimana nazionale per la donazione del midollo osseo. Le iniziative

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Cos’è Match it now? E’ un evento a livello nazionale dedicato alla donazione del midollo osseo e delle cellule staminali emopoietiche. In tale ambito verrà promossa l’iniziativa Match at home, un programma alternativo che vuole aggirare le restrizioni dovute al Coronavirus e permetterà di diventare donatori di midollo osseo direttamente dalla propria abitazione.

Chiunque desideri diventare donatore di cellule staminali emopoietiche avrà la possibilità di ricevere a casa un kit per la “tipizzazione”: analisi genetica per stabilire la compatibilità tra donatore e paziente in attesa di trapianto. Fare il test è semplicissimo; basterà prelevare un campione di saliva e successivamente consegnarlo nel punto di raccolta prescelto (molto semplice considerando che si può consegnare il kit anche nella propria farmacia di fiducia).

Il progetto è in fase di sperimentazione attualmente in 4 regioni: Piemonte, Liguria, Emilia Romagna e Friuli Venezia Giulia. Si prevede al più presto di estenderlo a tutto il territorio nazionale.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Antibiotici naturali: 4 alimenti che rinforzano il sistema immunitario

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Chi può fare il test? Chiunque abbia un’età compresa tra i 18 e i 35 anni, goda di buone condizioni generali di salute e abbia un peso superiore ai 50 kg. Per ricevere il kit basta iscriversi al sito dell’Ibmdr o di Admo. Si potrà fare un colloquio online per raccogliere l’anamnesi svolto da un medico autorizzato dal centro donatori.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche su sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter