Bambino di tre anni disperso. Il grande gesto del nonno super eroe

Bambino di tre anni disperso. E’ accaduto durante una vacanza in Australia. Si è allontanato con indosso un pigiama bianco di Spider Man

Bambino di tre anni disperso
bosco (pixabay)

Una ricerca durata ben sette ore fortunatamente ha avuto esito positivo. Il piccolo James O. si era allontanato dalla casa vacanze affittata dai suoi genitori attraverso il portale Airbnb. La sua sparizione è avvenuta intorno alle 7.30 di mattina, a Karli Rise, Yallingup, nella zona sud di Perth. Probabilmente si è perso mentre stava seguendo i due cani di famiglia.

La fitta vegetazione tipica dell’Australia Occidentale ha favorito il suo smarrimento e ostacolato enormemente le ricerche. La polizia ha diramato immediatamente foto del bambino: biondo, occhi azzurri, con indosso un pigiamino bianco di Spider Man.

La vicenda si è conclusa con un lieto fine. A ritrovarlo addormentato  in un bosco a pochi chilometri da casa è stato il nonno. La prima frase pronunciata dal piccolo James è stata: “Ho fame.”

LEGGI ANCHE –> Pedofilia in sei province: la scoperta parte dalla denuncia di una mamma

Bambino di tre anni disperso. La testimonianza di un vicino

Bambino di tre anni disperso
bimbo solo – foto dal web

Le impervie condizioni metereologiche facevano presagire esiti ancora più tragici. Fortunatamente il bambino indossava anche spessi stivali da pioggia che lo hanno protetto  dal freddo e dalla grandine

Una testimonianza di un vicino di casa, Wadandi Billy Webb, è stata raccolta dal West Australian: “Il padre del piccolo era sconvolto. Lo abbiamo sentito gridare mentre lo cercava nella nostra proprietà e abbiao pensato ‘ ma che cosa vuole questo qui?’ Poi abbiamo saputo della scomparsa di James.

LEGGI ANCHE –> Polpetta killer, ottantenne muore nelle Marche

Bambino di tre anni disperso
bambino nel bosco – foto dal web

Nelle  ricerche sono state coinvolti un elicottero della polizia, unità cinofila, unità a cavallo, volontari e residenti locali. Fortunatamente la vicenda si è conclusa positivamente. La polizia locale ha ringraziato tutti per la partecipazione tramite un post su Twitter.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter.