Insegnante ritrovata morta in casa: indagano i carabinieri

Un’insegnante di 45 anni è stata trovata morta nella serata di ieri all’interno della sua abitazione a Zoppola, comune in provincia di Pordenone.

Carabinieri
(Getty Images)

Dramma a Zoppola, comune in provincia di Pordenone, dove nella serata di ieri, una donna di 45 anni è stata ritrovata senza vita nella propria abitazione. A fare la terribile scoperta, una volta rientrato in casa, è stato il marito della vittima che ha immediatamente avvertito le forze dell’ordine. Sul posto sono sopraggiunti i carabinieri che hanno effettuato i rilievi e che attualmente stanno indagando su quanto accaduto all’interno dell’abitazione. Al momento non è esclusa alcuna ipotesi sul decesso della donna, insegnante di scuola elementare che da soli due giorni aveva ottenuto una cattedra a San Vito.

Leggi anche —> Incubo sul lavoro per una donna: “Io sono il padrone” | Un arresto per stalking

Pordenone, insegnante di 45 anni ritrovata senza vita in casa: indagano i carabinieri

Carabinieri
Carabinieri (Foto di djedj-Pixabay)

Una donna di 45 anni è stata ritrovata senza vita all’interno della propria abitazione, sita in via Conte Camillo Panciera a Zoppola, piccolo comune in provincia di Pordenone. La vittima è Alessandra Francescutti, insegnante delle scuole elementari che da soli due giorni aveva guadagnato una cattedra a San Vito al Tagliamento. A trovare il corpo esanime della donna, nella serata di ieri, sabato 19 settembre, come riporta la redazione di Leggo, è stato il marito che era rientrato in casa insieme al figlio di 7 anni.

L’uomo ha subito lanciato l’allarme e sul posto si sono precipitati i carabinieri che hanno avviato le indagini ed effettuato i primi accertamenti per ricostruire quanto accaduto alla povera insegnante. Dai primi rilievi, secondo quanto riferito da Leggo, sarebbero state trovate alcune tracce di sangue nell’abitazione. Queste farebbero difficilmente pensare ad un gesto estremo, ma potrebbero essere collegate ad una caduta. Al momento, dunque, non è esclusa alcuna ipotesi da parte degli inquirenti che mantengono il riserbo. Il marito della vittima è stato accompagnato in tarda serata in caserma per essere sentito dai carabinieri.

Leggi anche —> Pedofilia in sei province: la scoperta parte dalla denuncia di una mamma

Carabinieri
(Getty Images)

La notizia del decesso dell’insegnante ha sconvolto le intere comunità di Zoppola e di Casarsa, dove la donna era nata e cresciuta. Presso l’abitazione è giunto anche il sindaco del comune in provincia di Pordenone, Francesca Papais, che, come riporta Leggo, ha seguito da lontano i rilievi dei militari dell’Arma.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter.