Gli assassini di Willy in carcere nelle celle, rischiano linciaggio

I fratelli assassini di Willy Monteiro sono stati messi in celle protette a causa di una lite con un detenuto, ora rischiano il linciaggio

I fratelli Bianchi (foto dal web)
I fratelli Bianchi (foto dal web)

I fratelli Marco e Gabriele Bianchi sono stati sposatati in celle d’isolamento a causa di una lite scoppiata in carcere. Gli assassini di Willy Monteiro Duarte si trovano ora nella sezione della prigione detta “degli infami”. La zona riservata a chi è accusato di reati sessuali o ex militari e poliziotti. La prigione dove sono reclusi è il carcere romano di Rebibbia. Anche se questi due non sono stati accusati di questi crimini, a causa di motivi precauzionali per la salute fisica loro e di altri detenuti sono stati sposatati lì.

Pare infatti che già da subito i due fratelli abbiano creato problemi. Hanno aggredito un detenuto marocchino e la figlia li ha denunciati nuovamente. Il loro razzismo sta diventando sempre più inaccettabile e sono davvero pericolosi. I due dunque per evitare di essere linciati dagli altri detenuti. A cui non hanno per niente fatto una bella impressione, sono stati infatti separati dalle altre celle.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>È la figlia di Amadeus. Ma chi è Alice Sebastiani?

I due fratelli monitorati e sotto stretta sorveglianza

Carcere(Getty Images)
Carcere(Getty Images)

Per evitare di incontrare gli altri detenuti e creare nuovamente situazioni pericolose e spiacevoli. I fratelli Bianchi usciranno a prendere aria in orari diversi rispetto agli altri e saranno controllati con la massima sorveglianza. Inoltre Marco e Gabriele sono monitorati dai medici per la loro salute psichica e sanitaria. Il livello di razzismo dimostrato da questi individui è intollerabile. La figlia del detenuto marocchino ha raccontato che mentre il padre raggiungeva il parlatorio. Lo hanno riempito di insulti e hanno alzato le mani, fortunatamente sono stati immediatamente placati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>Rivara: la tragedia dell’omicidio-suicidio secondo Cialdella

caso Willy (foto dal web)
caso Willy (foto dal web)

I legali dei due fratelli avevano già avvertito le guardie carcerarie del temperamento violento dei due. Avevano infatti chiesto di isolarli per la loro incolumità e quella degli altri. Oggi hanno ottenuta questo isolamento.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine Facebook,Instagram e Twitter