Si suicida su Tik Tok, il video diventa virale

Un video orribile di un giovane di 33 anni che si suicida su Tik Tok. Migliaia di visualizzazioni e incalza la polemica per la mancata censura

si suicida su tik tok
Ronnie McNutt (foto dal web)

I social oggi raccontano le vite di tutti, vip e non, e mostrano in diretta scene di quotidianità e vita vissuta. Non tutto quello che finisce in rete però spesso è piacevole. È il caso che è successo su Tik Tok, il notissimo social cinese, che ha lanciato online, non riuscendolo a fermare, un video aggressivo e feroce. Quello di un uomo di 33 anni che si è tolto la vita in diretta.

L’uomo, Ronnie McNutt, si è suicidato in casa nel Mississippi in diretta su TikTok e nonostante l’orrore il video è diventato virale in pochi minuti, visto e rivisto da migliaia di utenti tanto da essere proposto nella sezione dei suggerimenti, quella dei video che potrebbero piacere di più.

Un rimbalzo eccezionale che non ha fatto altro che ampliare ancora di più le visualizzazioni ma anche lo sconcerto. Sono stati tanti, infatti, gli utenti che lo hanno segnato, denunciando di aver aperto il video credendo di trovarne uno dei tanti divertenti che circolano sul social.

LEGGI ANCHE –> Covid-19 Italia, muore giovane di 33 anni al pronto soccorso

Su suicida su Tik Tok, la polemica verso la mancata censura

Il risultato, invece, è stato più che sconvolgente trovandosi davanti un ragazzo, con la barba, che parlava davanti alla videocamera e subito la cruda realtà. Il giovane ha preso il fucile e si è sparato in viso. La sua testa è completamente saltata mostrando a tutti una scena terrificante.

Il giovane era un veterano dell’esercito ed aveva combattuto in Iraq. Da poco però aveva perso il lavoro per la Toyota a Blue Springs, New Albany. Il 33enne faceva parte della Celebration Church Tupelo, la prima a parlare della sua morte su Facebook.

Dopo la visione delle immagini è partita una vera campagna di “avvertimento” per segnalare che quello fosse un video con immagini forti e raccapriccianti. Subito le polemiche sul fatto che l’algoritmo di Tik Tok non abbia funzionato in quanto non ha censurato il video facendo addirittura il lavoro apposto, proponendolo come virale.

LEGGI ANCHE –> Verona, Romeo e Giulietta ai tempi del Coronavirus

Tik tok
Tik Tok (repubblica.it)

Un portavoce del social ha spiegato che, in realtà, il video sarebbe partito da Facebook e che i sistemi di protezione di Tik Tok si sono subito attivati, hanno individuato il video e segnalato come clip che viola le norme sui contenuti.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter