Covid-19, il bollettino del 25 settembre: 1.912 nuovi casi di contagio

Il Ministero della Salute, nella giornata di oggi, venerdì 25 settembre, ha reso noti i dati dell’epidemia da Covid-19 in Italia tramite bollettino.

Covid-19 Mappa regione Italia
(Ministero della Salute)

Pubblicato il nuovo aggiornamento relativo all’epidemia da Covid-19 in Italia. Stando alla tabella sanitaria odierna del Ministero della Salute, i casi di contagio sono saliti a  306.235, cioè a dire 1.912 in più rispetto a ieri. In crescita anche gli attualmente positivi che risultano essere 47.718 (+938). In calo i ricoveri nei reparti di terapia intensiva: sono 244 i pazienti totali, 2 in meno di ieri. Il numero dei guariti dall’inizio dell’emergenza è salito a 222.716 con un incremento di 954 unità. Registrate 20 vittime nelle ultime 24 ore che portano il bilancio complessivo dei decessi a 35.801.

La Regione Sicilia, si legge nelle note, ha segnalato che dei 107 nuovi casi positivi di oggi, 6 sono migranti ospiti presso l’hotspot di Lampedusa

Coronavirus, bollettino: i numeri del Covid-19 in Italia nella giornata di giovedì 24 settembre

Coronavirus
(Getty Images)

Il Ministero della Salute ieri ha fornito come di consueto l’aggiornamento in merito all’epidemia da Covid-19 diffusasi in Italia. Stando alla tabella sanitaria, il numero dei casi di contagio  era salito complessivamente a 304.323. Salivano anche gli attualmente positivi che risultavano essere 46.780. Anche i ricoveri nei reparti di terapia intensiva registravano una crescita. Il numero dei guariti era salito a 221.762. Il bilancio complessivo dei decessi dall’inizio dell’emergenza sliva a 35.781.

La Regione Sicilia, si leggeva nelle note, comunicava che dei 125 nuovi casi positivi di ieri, 2 erano migranti ospiti presso l’hotspot di Lampedusa. La Calabria, invece, segnalava che dei 9 nuovi casi positivi di ieri, 3 erano migranti.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Covid-19, il bollettino del 24 settembre: oltre 1.700 nuovi casi di contagio

Covid-19, bollettino: i numeri del virus in Italia nella giornata di mercoledì 23 settembre

Stando alla tabella sanitaria di mercoledì del Ministero della Salute, il numero delle persone risultate positive dall’inizio dell’emergenza era salito a 302.537. Salivano anche gli attualmente positivi che ammontavano a 46.114 ed i pazienti ricoverati in terapia intensiva 244 in totale. Il numero dei guariti era salito a 220.665. Il bilancio complessivo delle vittime saliva a 35.758.

La Sicilia comunicava, si leggeva nelle note, che degli 89 nuovi casi positivi di mercoledì, 9 risultavano ospiti della comunità “Biagio Conte” e 1 era un migrante (Hotspot Lampedusa).
La Regione Calabria  rendeva noto che dei 19 nuovi casi positivi di mercoldì, 1 era un migrante.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Covid-19, il bollettino del 23 settembre: 20 nuovi decessi

Covid-19, Tarro:”Gli asintomatici non contagiano, hanno una bassa carica virale”

Le persone sane asintomatiche non possono essere considerate contagiose. Il problema è sorto effettuando i tamponi a tappeto con un’alta percentuale di falsi positivi. Assistiamo adesso alla diffusione non della patologia del coronavirus, ma alla resistenza anticorpale per la stessa malattia“. Inizia così il post pubblicato mercoledì 23 settembre su Facebook dal Giulio Tarro. Un post che potrebbe far scaturire polemiche quello dell’esperto, che già negli scorsi mesi aveva manifestato pareri contrastanti con la comunità scientifica in merito all’epidemia da Covid-19. L’esperto ha poi proseguito affermando che il fine sarebbe quello di prolungare il lockdown per un’infezione che causa vittime “inferiori da 100 a 500 volte rispetto ai quotidiani decessi per patologie cardiovascolari e tumorali“.

Sin dal 25 febbraio di quest’anno- prosegue il post- il Css (Consiglio Superiore della Sanità) aveva diramato un documento in cui solo ai sintomatici andava fatto il test per soggetti che avevano avuto contatti con positivi oppure provenienti da aree in piena fase epidemica“. Secondo il virologo 82enne l’asintomatico non contagerebbe perché ha una bassa carica virale. In merito ai tamponi, invece, Tarro afferma che sarebbero un mezzo diagnostico inaffidabile, considerato che lo stesso scopritore, il Premio Nobel Mullis, sosteneva che questi misuravano un acido nucleico che potrebbe essere anche inattivo.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Covid-19, Tarro:”Gli asintomatici non contagiano, hanno una bassa carica virale”

Covid-19, l’europarlamentare Raffaele Fitto e la moglie positivi al virus

Raffaele Fitto, candidato sconfitto della coalizione di centrodestra alla recenti elezioni per la presidenza della Regione Puglia, e la moglie sono risultati positivi al coronavirus. A comunicarlo è stato lo stesso europarlamentare attraverso un post sulla propria pagina Facebook. “Dopo aver ricevuto, mercoledì scorso –spiega Fitto- la notizia da parte di un mio stretto collaboratore della sua positività al test covid-19 ho chiesto immediatamente alla Asl di essere sottoposto a tampone insieme alla mia famiglia“.


Il politico ha poi spiegato che all’esito del tampone a cui si sono sottoposti tutti i componenti della sua famiglia solo lui e la moglie sono risultati positivi, entrambi sono al momento asintomatici. Fitto ha poi aggiunto che proseguirà, come previsto dal protocollo, la quarantena sino a nuove indicazioni da parte delle autorità sanitarie competenti.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —>Covid-19, l’europarlamentare Raffaele Fitto e la moglie positivi al virus