Omicidio Willy, l’esito shock dell’autopsia: “Il cuore era spaccato”

Omicidio Willy, dall’autopsia sono emersi degli elementi shock: il cuore si è spaccato dalle botte ricevute.

Willy Monteiro Duarte
Murales Ratzo in onore a Willy (foto dal web)

L’autopsia ha rivelato dei dettagli davvero forti per quanto riguarda la morte di Willy Monteiro Duarte. Il giovane ucciso dai continui calci e pugni dal branco, avvenuto a Colleferro – Roma – nella notte tra il 5 ed il 6 settembre. Il pestaggio ha letteralmente distrutto il giovane ragazzo. L’autopsia mostra la violenza e la crudeltà con cui il ragazzo è stato pestato. Nessun organo sarebbe rimasto integro, ma tutti lesionati. Il cuore è stato letteralmente spaccato, una lesione di ben 7 centimetri. Milza e fegato spappolati, polmoni e cuore lesionati. Secondo il parere del medico legale che ha curato l’autopsia sul giovane Willy, ci sarebbero dei segni sul corpo simili a colpi inferti con spranga o bastone. Tuttavia, da alcuni elementi già emersi sul caso che ha scosso l’intera comunità nazionale, i fratelli Bianchi – sottoposti alla misura cautelare in carcere – avrebbero agito solo con calci e pugni. Una ferocia elevata che rimane al di fuori di ogni logica.

LEGGI ANCHE –> Caso Willy, Ferragni contro la stampa: “Parlano del mio credo politico e non di un brutale omicidio”

Caso Willy, la vera causa del decesso

Willy Monteiro Duarte
Willy Monteiro Duarte (foto dal web)

Nessun organo vitale rimasto integro, il pestaggio di gruppo subito dal giovane ha praticamente spaccato tutto. Ovviamente ci sono le contusioni riportate sul viso ed in testa ma all’interno si notano le conseguenze più tragiche della vicenda. Pertanto, secondo quanto si evince dall’autopsia curata dal medico legale Saverio Potenza, Policlinico di Tor Vergata, Willy è morto: “di un complesso traumatismo che si è realizzato con più azioni lesive”. Organi spappolati che hanno provocato delle emorragie interne.

Proseguono le indagini ed il processo ininterrottamente: è stato sentito come testimone il quinto ragazzo che era col branco quella fatidica notte. Una lunghissima deposizione da cui si potrebbero ricavare ulteriori elementi di prova utili per rafforzare l’accusa contro i fratelli Bianchi, Francesco Belleggia e Mario Pincarelli. 

LEGGI ANCHE -> Caso Willy Duarte, spunta una telefonata durante la rissa 

Willy Monteiro Duarte
Fiaccolata per Willy Monteiro Duarte (foto dal web)

La Polizia Scientifica avrebbe rinvenuto inoltre delle tracce organiche sull’auto dei fratelli, se queste dovessero appartenere a Willy, si andrebbe a corroborare ulteriormente la condanna per i fratelli.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche su sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter