Covid-19, Ricciardi: “Lockdown totale in Italia? No, se ci comportiamo bene”

Il consigliere della Salute del ministro Speranza, Walter Ricciardi ha parlato della situazione attuale dell’epidemia da Covid-19 e della possibilità di un nuovo lockdown.

Walter Ricciardi
Walter Ricciardi (foto dal web)

L’impennata di casi delle ultime settimane ha messo in allarme diversi paesi europei e non. Da circa un mese, difatti, dopo il calo registratosi tra giugno e luglio, si è verificato un nuovo aumento dei casi di contagio da Covid-19 che ha costretto alcune nazioni a reintrodurre misure di contenimento anche stringenti. A parlare dell’attuale situazione nel nostro Paese è stato il professor Walter Ricciardi, consigliere della Salute del ministro Speranza, che ha rilasciato un’intervista alla redazione de La Stampa. Secondo Ricciardi, in Italia, se si rispettano le norme anti contagio, non ci sarebbe il rischio di un nuovo lockdown totale.

Leggi anche —> Covid-19, Ippolito: “Potremmo avere un autunno come la scorsa primavera”

Covid-19, Ricciardi: “Lockdown totale? Se ci comportiamo bene no, ma Lazio e Campania sono a rischio”

Coronavirus
(Getty Images)

La Francia avrà bisogno del lockdown totale, noi no se ci comportiamo bene, ma Lazio e Campania sono a rischio“. Questo il parere del consigliere della Salute del ministro Speranza, Walter Ricciardi che ha rilasciato un’intervista alla redazione de La Stampa. Il professore soffermandosi sul rientro a scuola ha spiegato che al momento la prima impressione è positiva, ma bisognerà attendere due settimane per essere del tutto certi.

In merito alla riapertura degli stadi ai tifosi, Ricciardi afferma che bisogna mantenere le disposizioni attuali considerata il periodo di circolazione intensa del virus. Per poter rivedere i tifosi sugli spalti, secondo l’esperto, bisognerà attendere che il contagio diminuisca o che venga trovato il vaccino. Per quanto riguarda, invece, la vita sociale quella può continuare, ad avviso di Ricciardi, ma rimanendo attenti e rigorosi rispettando le norme anti contagio. “Mascherine obbligatorie in tutta l’Italia come in alcune regioni? Dipenderà dai contagi. In questa fase –spiega il consigliere del ministro della Salute a La Stampatutte le città e le regioni sono ripartite alla pari. In primavera Lombardia e Piemonte erano le zone più colpite, mentre ora sono Lazio, Campania e Sardegna“.

Ricciardi si è poi soffermato sulla possibilità di un nuovo lockdown totale nel nostro Paese spiegando che sarà difficile una misura di questo genere, ma dipenderà dai comportamenti della popolazione. Se si continua a rispettare le norme, non sarà necessario, anche se in alcune zone, come Lazio e Campania, si sta “perdendo il controllo“. Situazione diversa, invece, per la Francia, dove ad avviso dell’esperto, si rischia un lockdown totale anche prima di dicembre.

Leggi anche —>  Covid-19, Ministro Francesco Boccia: “Proroga Stato d’emergenza? Inevitabile”


Infine, Ricciardi parla dell’importanza delle norme e del vaccino antinfluenzale soprattutto: “Tra due settimane? Potrebbe esserci un peggioramento della situazione che spero non sia intenso, con più pressione sugli ospedali per via anche dell’arrivo di raffreddori e influenze“. Il consulente del ministro Speranza chiosa l’intervista a La Stampa ammettendo che il picco dei contagi potrebbe registrarsi tra dicembre e gennaio.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter.