Omicidio Lecce, preso l’assassino: la svolta dopo una settimana di indagini

Omicidio Lecce, preso l’assassino: la svolta dopo una settimana di indagini. Eleonora e Daniele sono stati uccisi nella propria abitazione da uno studente di 21 anni

Polizia
(Getty Images)

È stato uno studente di 21 anni l’artefice dell’omicidio a Lecce. Ci è voluta una settimana precisa per arrivare alla svolta. Il presunto omicida dei due fidanzati Eleonora Manta e Daniele De Santis, uccisi la sera del 21 settembre scorso a Lecce, è stato arrestato davvero poco fa. Si tratta di un ventunenne di Casarano, si chiama Antonio De Marco ed è uno studente di Scienze infermieristiche. Ma perché questo gesto estremo a sangue freddo? Per un periodo avrebbe vissuto a casa di Daniele in affitto, proprio dove si è consumato l’omicidio.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Gabriel Garko in diretta nazionale rivela in lacrime: “Sono gay”

Omicidio Lecce, Eleonora e Daniele sono stati uccisi da uno studente: la svolta

eleonora daniele

“L’unica cosa che non è stato possibile ricostruire secondo l’impostazione accusatoria è il movente, è solo parzialmente ricostruito” ha svelato Leonardo Leone De Castris. “Per questo motivo ci siamo attenuti unicamente a dati tecnici, allo sviluppo di elementi oggettivi. Gli elementi di prova sono i dati tecnici, la visione delle immagini delle telecamere di videosorveglianza, le intercettazioni e la comparazione grafica”.

Stamattina qualcuno aveva presupposto che ci sarebbe stata una svolta nelle indagini, non appena gli accertamenti ematologici previsti per oggi erano all’improvviso rimandati a data da destinarsi. In questa settimana i carabinieri hanno lavorato senza sosta per ricostruire quanto accaduto, dove i due fidanzati si erano appena trasferiti.

LEGGI ANCHE -> GFVIP: Fausto Leali squalificato, interviene Mario Balotelli

tradimento
Polizia Americana (foto dal web)

Si tratta sicuramente di un delitto premeditato, come dimostra il biglietto insanguinato ritrovato nel cortile. Sul biglietto era disegnata una sorta di mappa delle case vicino ai due ragazzi, prive di telecamere. Il killer è stato ripreso da una videocamera della zona e quel fotogramma è stato fondamentale per risalire al killer.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter