Picco dell’influenza, ecco quando secondo il noto epidemiologo

Il picco dell’influenza in arrivo in ritardo quest’anno secondo Antonino Bella. Quest’anno spaventa più degli altri per via del Covid

Influenza bambini
Influenza bambini (L’immdiato.net)

Sarà un inverno diverso dagli altri quello che ci apprestiamo a vivere e per molti fa paura davvero paura. Ecco perché molti si chiedono quando ci sarà il picco dell’influenza che con il diffondersi della pandemia fa sempre più paura e molti sono gli italiani che sono in apprensione.

Saranno mesi nuovi e difficili anche per i sanitari che dovranno destreggiarsi tra i malati di Covid e quelli con la semplice influenza. A dare delle risposte a tutto questo ci ha pensato Antonino Bella, epidemiologo dell’Istituto superiore di sanità (Iss).

All’Adnkronos ha parlato del picco dell’influenza e delle sue conseguenze. Per il momento pare che tutto sia sotto controllo secondo l’esperto: “Ancora non abbiamo avuto segnalazione di casi sporadici di influenza: normalmente la stagione si apre a metà ottobre, ma di solito a settembre ci sono sempre isolamenti sporadici. Quest’anno ancora no”.

LEGGI ANCHE –> Governo, sul Conte-bis scommettono gli italiani… e non solo…

Picco dell’influenza, tutto nell’anno nuovo

influenzaSecondo Bella la situazione dovrebbe rimanere stabile fino alla fine dell’anno dal punto di vista dell’influenza che toccherà il suo picco “tra fine gennaio e inizi di febbraio, come è accaduto negli ultimi anni, tranne in due stagioni quando il picco è arrivato subito dopo Natale”.

Impennata ancora contenuta dunque che permetterebbe al sistema sanitario di organizzarsi e prendere a modello la gestione effettuata in Australia dove l’influenza è stata molto blanda. Questo può essere dipeso da quello che i virologi, spiega Bella, “chiamano competizione virale: un patogeno ne scalza un altro”.

Ecco perché non è escluso che anche in Italia potrebbe accadere questo con una stagione influenzale molto “blanda”. Ma lo studioso ci tiene a ricordare l’importanza della vaccinazione che “attenua i sintomi ed evita le pericolose complicanze”.

LEGGI ANCHE –> Maltempo, oggi è allerta gialla in quattro regioni

Vaccino Antinfluenzale
Vaccino (foto dal web)

La paura resta però perché il timore degli esperti è che quest’anno non si riescano a coprire tutte le richieste di vaccinazione. A lanciare l’allarme è stata la Fondazione Gimbe che ha spiegato come sono molte le regioni italiane che non posseggono le dosi di vaccino sufficienti per rispondere alla richiesta.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter.