Covid-19, la virologa Capua: “Seconda ondata? Arriverà se gli italiani si comportano come gli inglesi”

Durante la trasmissione Di Martedì è intervenuta la virologa Ilaria Capua per parlare della situazione relativa al Covid-19 e di un’eventuale seconda ondata.

Ilaria Capua
La virologa Ilaria Capua durante la trasmissione DiMartedì (screenshot)

La virologa Ilaria Capua è stata nuovamente ospite del programma su La7 DiMartedì per parlare dell’attuale situazione relativa all’epidemia da Covid-19 in Italia. Nel nostro Paese ormai da settimane si registrano oltre mille nuovi casi di contagio al giorno, circostanza che ha fatto scattare il timore per una seconda ondata dell’epidemia. Secondo la virologa, quest’ultima potrebbe arrivare in Italia solo se la popolazione iniziasse a comportarsi come fatto dai cittadini inglesi. A suo avviso, inoltre, bisognerà imparare a convivere con il virus che circola e continuerà a circolare per diverso tempo.

Leggi anche —> Covid-19, Walter Ricciardi: “Nessuna seconda ondata, i casi non si sono mai azzerati”

Covid-19, la virologa Capua: “Seconda ondata? Arriverà se gli italiani si comportano come fanno in Inghilterra

Aggiornamento bollettino Ministero della Salute 21 agosto
(Getty Images)

Guardando i numeri fuori dall’Italia, possiamo dire che abbiamo fatto davvero un buon lavoro. Non dobbiamo dimenticarci che quello che si vede oggi è il prodotto di ciò che stato fatto un mesetto fa. Il fatto che i contagi da maggio siano nell’ordine del migliaio vuol dire che abbiamo fatto molto meglio degli altri paesi, che magari durante l’estate hanno anche riso degli italiani bardati con la mascherina. Gli italiani stanno mostrando al resto d’Europa come ci si comporta“. Inizia così l’intervento della virologa Ilaria Capua alla trasmissione DiMartedì, in onda su La7. La direttrice dell’UF One Health Center ha proseguito che i virus si comportano da tali, mentre la pandemia la fanno le persone.

In merito ad una seconda ondata, la Capua, ha spiegato che questa arriva non a causa del vento o della pioggia, ma se gli italiani si iniziano a comportarsi come, purtroppo, stanno facendo “i nostri fratelli in Inghilterra“. “Andare in piazza –afferma la virologa- a festeggiare con fiumi di birra senza mascherina non va bene: noi dobbiamo continuare a fare quello che abbiamo fatto, bisogna arrivare alla fine dell’inverno e poi si potrà cominciare a riprendere alcune abitudini“. L’esperta ha poi aggiunto che gli ospedali si stanno preparando ad un qualcosa che si speri non arrivi.

Leggi anche —> Covid-19, due senatori del Movimento 5 Stelle positivi al virus


La direttrice dell’UF One Health Center ha poi spiegato che il virus continua a circolare e non si è indebolito. Per questo motivo è importante imparare a conviverci dato che ci troviamo davanti ad una situazione eccezionale che trasformerà le nostre vite. “Questo è un virus molto contagioso e che esercita la sua gravità in alcune situazioni. Ad oggi non è divenuto più grave, ma non si è neanche attenuato: siamo noi che abbiamo imparato a gestirlo“.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter.