Covid, scoperti anticorpi molto potenti per fermare il virus

Scoperti anticorpi super potenti contro il coronavirus. Isolati da un gruppo americano con la collaborazione dell’ospedale Sacco di Milano

tumori scoperta
laboratorio (getty images)

Scoperti anticorpi super potenti contro il coronavirus. Isolati da un gruppo americano con la collaborazione dell’ospedale Sacco di Milano che ha reso pubblica la scoperta. Adesso l’obiettivo è riprodurli in laboratorio e sperimentare. La sindrome respiratoria da coronavirus è emersa alla fine del 2019. Il Covid-19 sembra aver avuto origine in pipistrelli da cui sono stati identificati virus e sequenze virali strettamente correlati. Il Covid appartiene al sottogenere del sarbecovirus ed è strettamente correlato al Covid-19, responsabile di un’epidemia nel 2002-2003 che ha provocato 8.098 casi e 774 decessi in tutto il mondo. La mancanza di immunità e la sua divergenza dai quattro coronavirus endemici circolanti e la sua elevata trasmissibilità da uomo a uomo ha provocato la pandemia in corso che ha già causato più di 29 milioni infezioni e oltre 922.000 decessi a metà settembre 2020.

Leggi anche > Covid, il bollettino

Covid, avanti con la ricerca

Coronavirus
Laboratorio (Getty Images)

Oggi un gruppo guidato dall’università di Washington, di cui fa parte anche l’ospedale Sacco con l’infettivologo Massimo Galli, ha scovato nuovi anticorpi. Se replicati in laboratorio, potrebbero offrire una terapia a chi è già infetto o una profilassi a chi è ad alto rischio di contagio. Per ora i test sono stati effettuati sui criceti. Anche l’università di Roma Tor Vergata e la fondazione Toscana Life Sciences, con lo scienziato Rino Rappuoli, sono concentrati sulla ricerca di anticorpi. “Abbiamo ottenuto anticorpi potentissimi, che sono nella fase di sviluppo industriale e con cui speriamo di poter contribuire presto a contenere questa pandemia”.

Leggi anche > Covid, il parere di Capua sulla seconda ondata

vaccino (Getty Images)

Lo ha dichiarato Rappuoli, microbiologo, direttore scientifico e responsabile dell’attività di ricerca e sviluppo di Gsk Vaccines a Rosia in provincia di Siena. Più gruppi lavorano allo stesso scopo. In primavera potrebbero esserci molte novità. Intanto l’azienda americana Moderna sta andando avanti con la sperimentazione e ha iniziato a pubblicare i risultati.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter.