Eleonora e Daniele uccisi dal coinquilino: trovato un nuovo biglietto in casa

Eleonora e Daniele uccisi dal coinquilino: trovato un nuovo biglietto in casa. Il killer aveva programmato tutti nei minimi dettagli di ciò che voleva fare alla coppia

eleonora daniele

Eleonora e Daniele sono morti da circa una settimana in circostanze tragiche, e gli inquirenti stanno cercando di fare chiarezza. Due giorni fa l’assassino ha confessato: si tratta di un ragazzo di 21 anni, uno studente, che conosceva la coppia perché aveva vissuto con loro. Non sopportava che fossero così felici, ha perso la testa e ha compiuto un omicidio terribile. Ha ucciso i due ragazzi a sangue freddo e senza una giustificazione. Quando è stato preso dalla polizia, ha chiesto: “Finalmente, ci avete messo tanto”. Al momento, che è sotto interrogatorio e in isolamento nel carcere di Lecce, è molto confuso e dice non ricordare nulla.

LEGGI ANCHE -> GFVIP: Fausto Leali squalificato, interviene Mario Balotelli

Omicidio Lecce, l’assassino di Eleonora e Daniele aveva programmato tutto nei dettagli: trovato un nuovo dettaglio

 

Daniele ed Eleonora (foto dal web)
Daniele ed Eleonora (foto dal web)

Emergono altri dettagli inquietanti riguardo questo omicidio di cui si sta parlando per giorni. Nell’appartamento è stato trovato un secondo bigliettino, talmente inquietante che non è stato mostrato. Sul foglio, c’è scritto nei minimi dettagli il programma di ciò che l’assassino voleva fare con le due vittime. Voleva legarli, torturarli e indurli ad una morte lenta e dolorosa. Aveva cronometrato tutto, aveva in programma di stare nell’appartamento per circa novanta minuti, e poi uscire quando sarebbero morti. Le cose sono andate diversamente: l’omicidio è stato compiuto in maniera diversa.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Gabriel Garko in diretta nazionale rivela in lacrime: “Sono gay”

Daniele ed Eleonora (foto dal web)
Daniele ed Eleonora (foto dal web)

A chiamare il 118 sono stati i vicini della coppia che hanno sentito le grida, ma avevano troppo paura di uscire a controllare. Dallo spioncino, hanno visto l’assassino girarsi sulle scale, prima di sparire e andare via. Dopo l’omicidio, l’assassino è andato ad una festa di lavoro con i colleghi, come se non fosse successo nulla.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter