La pasta salva la vita. Esultanza per tutti i golosi consumatori

La pasta salva la vita. Importante scoperta scientifica pubblicata su un’autorevole rivista di settore. Esultanza per tutti i consumatori del carboidrato

pasta
Sordi pasta – foto dal web

Gioiscano ed esultino tutti i consumatori di pasta. Il piatto principe della tavola di tutti gli italiani ottiene un’ ulteriore approvazione da parte degli scienziati che dichiarano che consumarlo non fa ssolutamente male alla nostra salute.

Un recente studio dell’Università di Toronto ha attestato che le persone che consumano regolarmente la pasta, in media registrano una migliore qualità generale dell’alimentazione. Inoltre hanno un’assunzione giornaliera inferiore di grassi saturi e zuccheri aggiunti.

LEGGI ANCHE -> Smog, Legambiente: “Solo il 15% delle città ha un voto sufficiente”

La pasta del futuro. Incredibile scoperta

dieta fibre
Pasta – Foto Instagram 

Oggi invece ci giungono altre buone notizie che non minacciano assolutamente la nostra dieta. L’ Istituto di Scienza della Vita della Scuola Superiore di Sant’Anna ha pubblicato uno studio innovativo sulla rivista Scientific Reports. Pare che una determinata tipologia di pasta potrebbe addirittura salvarci dagli attacchi cardiaci. Questo alimento è prodotto con una particolare ricetta composta da semola di grano duro e da farina di orzo ricca di beta glucano. Quest’ultimo dà luogo ad una serie di effetti benefici correlati alla fibra alimentare. Rallenta lo svuotamento gastrico e favorisce la peristalsi intestinale. I β-glucani dell’orzo e dell’avena hanno inoltre un ruolo decisivo nel contenimento dei livelli di colesterolo e di glucosio.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>Nutella, qual è l’ingrediente segreto che la rende unica

Questa tipologia di pasta non è ancora in commercio. Gli studi continuano e sono sempre più affinati. Si tratta di una scoperta incredibile che ci metterebbe maggiormente al sicuro da problemi cardiaci.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche su sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter