Gigi Sabani, il declino di un uomo fino alla galera

L’indimenticabile Gigi Sabani, morto prematuramente nel 2007, oggi avrebbe compiuto 68 anni. La sua una vita segnata dal carcere e dalle accuse infondate

Gigi Sabani
(foto dal web)

Gigi Sabani, intramontabile volto dello spettacolo di casa nostra, oggi avrebbe compiuto 68 anni. Morto prematuramente all’età di soli 54 anni nel 2007 dopo un infarto, Gigi Sabani si è portato con sé la fama e la bravura che tutti gli hanno sempre celebrato ma anche una vita spezzata per delle accuse rivelatesi poi essere infondate.

Un declino iniziato con la galera che lo ha portato nel baratro e poi fino alla morte. Imitatore e conduttore di successo, Gigi Sabani nel giugno del 1996 fu accusato di truffa a fini sessuali e istigazione alla prostituzione e per questo fu arrestato. Un vero scandalo e clamore, intorno alla sua storia, secondo il quale Sabani e Valerio Merola partecipavano a festini a luci rosse con giovani e aspiranti showgirl.

Il PM Alessandro Chionna, che conduceva l’indagine, era certo della colpevolezza dei due. A testimoniare c’era la minorenne Katia Duso, aspirante showgirl che ha ammesso che diversi personaggi dello spettacolo avevano degli “incontri” come scambio per contratti lavorativi nel mondo dello spettacolo.

Così Gigi Sabani ha trascorso 13 giorni in carcere. Poi l’incubo finì, o forse mai realmente. Il conduttore decise di denunciare il PM Chionna per “abuso d’ufficio”, lui che dopo pochissimo tempo sposò l’ex compagna dell’imitatore, Anita Ceccariglia.

LEGGI ANCHE -> Elettra Lamborghini: dopo il lutto del cavallo un altro dramma

Gigi Sabani, dopo il carcere una vita segnata

Gigi Sabani
(foto dal web)

Un’esperienza breve ma intensa quella che Gigi Sabani ha vissuto in carcere che lo ha segnato però per tutta la sua vita. Non fu facile, infatti, andare avanti per lui. La giustizia lo risarcì con 24 milioni di lire per il carcere fatto ingiustamente e fu una grande vittoria ma non fino in fondo.

Dall’esperienza Gigi non si riprese mai realmente. Tornò a lavorare ma non era più quello di prima, lo assicurano anche i colleghi. Dopo il carcere Gigi non è stato più quello di prima e per molti la sua morte è dipesa anche da questo.

Il suo cuore non ha retto al forte stress emotivo e psicologico. Il 4 settembre 2007 mentre era a cena a casa di sua sorella a Roma, Gigi ha un infarto che lo stroncherà nel giro di poche ore.

La sua, una morte ingiusta e inaspettata. Sulle spalle una cattiva giustizia che lo ha travolto ma anche di una sanità non al massimo.

LEGGI ANCHE -> Natalija Ilic, outfit da urlo per lady Milinkovic: che gambe – FOTO

Gigi Sabani
(foto dal web)

Poco tempo prima che Gigi Sabani morisse era stato visitato, infatti, da un medico che gli disse che non era nulla di grave. Dopo la sua morte la sua compagna Raffaella Ponzo denuncerà tutto questo.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter.