Tragedia in Turchia, muore a 33 anni dopo lo sbiancamento ai denti

Va in Turchia per sbiancarsi i denti e muore a 33 anni, Richard Molloy è la vittima della tragedia, i suoi amici sono in coma

Amici (foto dal web)

Sarebbe dovuta essere una vacanza all’insegna del divertimento e del cambiamento. Il giovane Richard Molloy, 33enne di Ardoyne, aveva scelto la Turchia per sbiancarsi i denti e si era fatto accompagnare da alcuni amici di fiducia. Invece tutto si è trasformato in una tragedia. Il ragazzo ha perso la vita e i suoi compagni sono finiti in coma.  Non è chiara la causa del decesso, ma secondo i media locali sembra che i tre abbiano assunto dei farmaci legati alle cure odontoiatriche.  

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>Riconoscete una delle bambine in foto? Oggi è una showgirl famosissima

Tragedia in Turchia, le prime ipotesi

test della saliva
Ospedali (Getty Images)

Quella di Richard è una morte tutta da analizzare così come lo sbiancamento ai denti a cui dovevano sottoporsi tutti e tre e che potrebbe essere stato una delle cause della tragedia. Secondo le prime indagini, alcune sostanze legate all’operazione avrebbero determinato la morte del giovane e per gli altri due lo stato comatoso. Callaghan e Carson, i due amici in coma,  si trovano ancora in Turchia, mentre le autorità di entrambi i Paesi si stanno mobilitando per trasportare la salma di Richard in Irlanda del Nord. Il tutto con l’aiuto dell’associazione Kevin Bell Repatriation Trust. Intanto arrivano parole di conforto per le famiglie dei giovani dal parlamentare locale John Finucane che ha definito la tragedia: “assolutamente straziante”. Inoltre ha spiegato che i tre turisti era sani e perfettamente in forma.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>Alba Parietti, mamma iperprotettiva per Francesco Oppini

ospedale
ospedale (foto dal web)

Una portavoce del ministero degli Esteri ha invece fatto sapere di essere in contatto con le autorità turche per fornire assistenza alle vittime.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche su sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter