Dimentica la figlia a scuola e picchia la moglie. Scattata la denuncia

Donna aggredita dal marito con una testata e un ceffone. Emessa un’ordinanza restrittiva contro il quarantaseienne di Busto Arsizio 

Violenza domestica a Busto Arsizio (foto dal web)
Violenza domestica a Busto Arsizio (foto dal web)

BUSTO ARSIZIO – Una donna ha rimproverato il marito, che ubriaco si è dimenticato di andare a prendere la figlia a scuola, e il 46enne ha reagito tirando un ceffone che le ha bloccato la mandibola e una testata che le ha provocato un forte trauma cranico. È successo a Busto Arsizio, in provincia di Varese, all’interno di un appartamento situato in zona Sant’Anna. La figlia piccola dopo aver aspettato inutilmente il padre per ore, ha camminato a lungo per raggiungere la casa di alcuni parenti più prossimi in zona.

LEGGI ANCHE -> Omicidio Lecce. Criminologa esclude movente passionale per De Marco

Ad allarmare le forze dell’ordine sono stati i vicini di casa della coppia dopo aver sentito le urla e le richieste di aiuto da parte della donna che era in preda alle convulsioni. Immediato è stato l’intervento della Polizia sul luogo della violenta domestica, madre e figlia si erano rifugiate fuori dall’abitazione mentre l’uomo era ancora ubriaco sul divano.

L’ aggressore ora è stato sottoposto a divieto di avvicinamento alla vittima e nei prossimi giorni verrà interrogato dal Gip Tiziana Landoni. Per la donna 5 giorni di prognosi.

Violenza domestica a Busto Arsizio (foto dal web)
Violenza domestica a Busto Arsizio (foto dal web)

Dall’interrogatorio con la donna è emerso che i maltrattamenti e le sevizie continuavano da anni, sotto gli occhi della figlia che però secondo i primi accertamenti fatti dalla Polizia non è mai stata toccata dal padre.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter.