Lombardia- l’accusa per la discriminazioni sui vaccini

La Regione Lombardia ha acquistato un terzo dei vaccini previsti costringendo così a dover scegliere a chi poterli dare e a chi no.

vaccini
(Dimitri Houtteman- Pixabay)

Dovevano essere 1,5 milioni le dosi dei vaccini contro l’influenza, invece, sono solamente 500 mila quelle che sono riusciti ad ottenere dall’ultima gara indetta da Aria spa, la centrale acquisti della Regione.

Non è la prima la volta che le cose non vanno come avevano previsto; infatti, delle nove gare indette da Aria spa prima di queste, solamente quattro hanno ottenuto il risultato sperato.

Leggi anche >>> Coronavirus, sul vaccino l’Oms annuncia una nuova data

Palazzo Lombardia sotto accusa

vaccini
(Angelo Esslinger- Pixabay)

Palazzo Lombardia è stato fortemente accusato di essersi mosso malamente, in ritardo e di non aver previsto un adeguato numero di dosi in grado di soddisfare il reale fabbisogno della regione.

Vige il caos in questi giorni in Lombardia a causa dell’assenza dei vaccini anti-influenzali dove a richiedere costantemente informazioni sono principalmente giovani e anziani. I medici e gli operatori sanitari sono indignati da una simile situazione; la disponibilità che hanno di vaccini per ora riesce a malapena a coprire le categorie a rischio.

Ed è proprio il personale sanitario che dovrebbe essere coperto visto il costante rapporto e contatto con le persone. Un medico con l’influenza rischia di trasmetterla ad un paziente che potrebbe già essere malato di patologie più serie.

Ad essere penalizzati in questo clima di confusione sembrerebbero essere i sanitari delle strutture private per i quali non sono state previste dosi di vaccino. La circolare, infatti, emanata dalla Regione Lombardia il 17 agosto, recitava: “Al momento non è prevista la fornitura di vaccino da parte del Ssn, ma le aziende devono provvedere autonomamente”.

vaccini
(Gedesby1989- Pixabay)

 

In piena pandemia non ci voleva proprio un ulteriore preoccupazione da dare ai cittadini che speravano solamente di poter affrontare il clima invernale con, almeno su questo, la garanzia di una copertura vaccinale.

Potrebbe interessarti anche >>> Influenza in arrivo quest’inverno, ecco tutti i sintomi e la cura