Usa, picchia a morte il figlio della compagna di soli 2 anni

Un uomo di 47 anni, negli Usa, ha picchiato a morte un bambino di 2 anni, figlio della compagna la quale avrebbe assistito al delitto senza far nulla.

Polizia Stati Uniti
(Getty Images)

Una raccapricciante vicenda si è consumata a Princeton, West Virginia, negli Stati Uniti d’America. Un uomo di 47 anni avrebbe picchiato a morte il figlio della compagna, un bambino di soli due anni, per aver avuto un piccolo problema con il vasino. Il terribile omicidio sarebbe avvenuto nell’agosto del 2018. La scorsa settimana la madre della vittima, ha ammesso l’accusa di abbandono di un minore e adesso rischia una pena detentiva compresa tra i 3 ed i 15 anni. Secondo l’accusa la donna avrebbe assistito all’uccisione del figlio senza far nulla.

Leggi anche —> Usa, passeggero non vuole indossare la mascherina: rissa a bordo di un aereo

Usa, 47enne picchia a morte il figlio della compagna dopo un incidente con il vasino

Tribunale
(Getty Images)

Un bambino di soli 2 anni sarebbe stato barbaramente ucciso nella casa dove viveva a Princeton, in West Virginia (Usa). Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, come riporta la redazione del quotidiano britannico Daily Mail, il compagno della madre della vittima, John Powers di 47 anni, avrebbe picchiato il piccolo “JoJoGaborsky III. A scatenare l’ira dell’uomo sarebbe stato un piccolo incidente con il vasino: Jojo non era riuscito ad utilizzarlo in tempo facendosi la pipì addosso. A quel punto l’uomo, come ricostruito dall’accusa, l’avrebbe aggredito scuotendolo con violenza e sbattendolo contro il pavimento. Inoltre sarebbe emerso che il 47enne aveva chiamato il piccolo “ritardato” prima del delitto.

Ad assistere alla terrificante aggressione, la madre 32enne della vittima, Candice Jones che non avrebbe fatto nulla per fermare il compagno. La donna, durante la scorsa settimana, come riporta il Daily Mail, ha presentato una richiesta di “best i best interest”, documento con cui riconosce che ci sono prove sufficienti per la condanna, ma non una vera e propria ammissione di colpevolezza. Adesso la 32enne rischia una pena da 3 a 12 anni di reclusione.

Il piccolo dopo essere stato picchiato ha riportato ferite molto gravi, ma non è stato portato in ospedale nell’immediato. I due lo avrebbero portato presso il Bluefield Regional Medical Center solo dopo due settimane, ma nonostante i tentativi dei medici, il piccolo è morto dopo due giorni dal ricovero. Dagli accertamenti è emerso che il bambino aveva traumi provocati dalle violenze subite.

Leggi anche —> Usa, ex giocatore di baseball trovato morto: il giorno prima era stata uccisa la sua fidanzata

Polizia Usa
(Getty Images)

La madre ha raccontato agli inquirenti di non aver agito e di non aver portato il piccolo in ospedale per paura del compagno che aveva minacciato di ucciderla.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter.