Farmaco pericoloso ritirato dal mercato: “effetti collaterali rilevanti”

Farmaco pericoloso: a causa di pericolosi effetti collaterali sono stati ritirati dal mercato alcuni antibiotici. 

Farmaci indispensabili (foto dal web)
Farmaci indispensabili (foto dal web)

I farmaci e i medicinali sono molto utili nella vita dell’essere umano: grazie ad essi è possibile curarsi e superare momenti di degenza o di malattia. I farmaci, tuttavia, possono presentare controindicazioni di vario tipo: in alcuni casi possono essere dannosi, in altri possono peggiorare la situazione. Gli effetti indesiderati possono essere prodotti durante la loro azione curativa. A causa di alcune controindicazioni pesanti, alcuni antibiotici sono stati ritirati dal mercato. Il loro uso, infatti, poteva risultare molto pericoloso.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Allerta alimentare: ritiro urgente dai supermercati, la situazione 

Farmaco pericoloso, ritiro dal mercato

Toscana, Ru486 somministrata anche nei poliambilatori (Getty Images)
Toscana, Ru486 somministrata anche nei poliambilatori (Getty Images)

L’Agenzia italiana del Farmaco ha ideato una guida specifica per autorizzare il ritiro dal mercato di alcuni farmaci. Alcuni fluorochinoloni e chinoloni sono stati proprio cancellati. Per altri della stessa classe, come levofloxacina o ciprofloacina, sono state introdotte limitazioni importanti. Questi particolari tipi di antibiotici vengono utilizzati per curare importanti infezioni delle vie respiratorie e urinarie. Stando alle indicazioni, pare che il loro uso possa causare danni superiori. L’Aifa ha consigliato ai medici di prescrivere quelli non tolti dal mercato soltanto per curare le infezioni più gravi.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Allerta alimentare, tre noti prodotti sono stati ritirati dal commercio 

farmaci (pixabay)

Le controindicazioni di questi antibiotici sono molto pesanti soprattutto per il sistema nervoso, le ossa e i muscoli. L’Aifa e vari enti stanno rilasciando numerose raccomandazioni per eliminare e limitarne l’uso. I rischi che si corrono sono da brividi e risulterebbero invalidanti a vita. In caso di infezioni non gravi, bisogna evitare anche l’uso di levoflocacina e ciprofloxacina.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter