Michelle Hunziker, l’uomo che la stalkerava bloccato di fronte al tribunale

È stato bloccato di fronte al tribunale di Cagliari l’uomo che due anni fa fu condannato per stalking ai danni di Michelle Hunziker. Era positivo al Covid.

Michelle Hunziker fermato stalker positivo Covid
Michelle Hunziker (foto dal web)

Ieri mattina un uomo sulla quarantina è stato bloccato di fronte al tribunale di Cagliari per poi essere trasferito all’ospedale della città. Si tratta di un personaggio piuttosto noto nel cagliaritano. L’uomo è salito alla ribalta quattro anni fa a causa delle accuse di stalking e molestie mosse contro di lui da Michelle Hunziker. Secondo quanto riportato dalla showgirl e da molti testimoni, l’allora 36enne inviava regolarmente foto di nudi femminili e coltelli all’email del Gabibbo di Paperissima Sprint (al tempo condotto dalla Hunziker). Un incubo durato due anni, che si era chiuso con un’assoluzione perché l’uomo era stato ritenuto incapace di intendere e di volere. Egli era stato poi trasferito in una struttura sanitaria.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid-19, il bollettino del 9 ottobre: i numeri dell’epidemia

Lo stalker di Michelle Hunziker bloccato perché positivo al Covid

stalker Michelle Hunziker positivo Covid
Tribunale (foto dal web)

Secondo quanto riportato da alcuni quotidiani sardi, il 40enne è stato bloccato dai Carabinieri dopo essersi infiltrato all’interno del tribunale di Cagliari. Rimane da chiarire come abbia fatto ad eludere i controlli dell’edificio. L’uomo è stato fermato con fatica dagli uomini delle Forze dell’Ordine ed è stato poi consegnato al personale del 118. Egli è stato poi sottoposto a Trattamento sanitario obbligatorio ed è attualmente ospedalizzato.

Stalker Michelle Hunziker Covid
Covid (gettyimages)

Dai risultati del tampone a cui l’uomo è stato sottoposto prima di essere ricoverato, è emerso che egli è positivo al Covid. Il personale entrato in contatto con lui è stato dunque posto in isolamento in attesa di avere a sua volta i risultati del test.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Disabile violentata, la difesa dell’operatore sanitario: “Mi ha provocato”

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter