Covid19. Nuove misure restrittive nel prossimo DPCM. L’Italia nella morsa

Covid19. Il prossimo DPCM è in scadenza il 15 ottobre. Cosa dovranno aspettarsi gli italiani nel futuro imminente riguardo le nuove misure

bonus
Il congedo parentale ed il bonus baby sitter presenti anche nella Fase 2 FOTO Getty Images

L’aumento spropositato dei contagi delle ultime settimane e l’allerta lanciata dai virologi di tutto il mondo sta costringendo i governi a prendere misure drastiche e precauzionali per scongiurare disastri dovuti alla pandemia da Coronavirus.

A quanto pare la seconda ondata che tutti temevano sta via via compiendo la sua avanzata. Ci stiamo avvicinando progressivamente alle temperature più rigide delle stagioni fredde e all’esplosione dell’influenza stagionale. Il timore, come nei primi mesi di propagazione dell’infezione, è che il sistema sanitario possa arrivare al collasso.

Non c’è più differenza tra regione e regione, la crescita dei positivi è costante e diffusa su tutto il territorio nazionale. Il Governo si vede costretto quindi ad adottare delle misure importanti che potrebbero essere attuate già nel prossimo DPCM, previsto per il 15 ottobre.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Covid-19 è allarme in una regione: “Presto prenderemo drastiche decisioni”

Covid19. Misure probabili del nuovo DPCM

 

Visualizza questo post su Instagram

 

le) in data:

Cosa si sta prendendo in considerazione?

Innanzitutto rafforzamento, ove possibile, dello smart working. Lavorare da remoto sarà incentivato dal Governo, cercando di limitare la presenza di gente negli uffici per svariate ore durante la giornata e contrastando la circolazione affollata nei mezzi pubblici.

Divieto di fare feste e nozze concesso solo con pochi invitati. Le feste pubbliche sono bloccate già da svariati mesi, la movida è considerata uno dei vettori principali del contagio. Le feste private saranno possibili fino ad un massimo di 10 persone. Anche i matrimoni nel mirino. Molti hanno rimandato le cerimonie sperando di poter avere le nozze da sogno che speravano; ora si dovranno ricredere. L’accesso sarà consentito solo a pochi intimi.

No alla sosta fuori dai locali e divieto di vendita di alcool da asporto dopo le 22. Ggli avventori potranno stare fuori dai locali solo se seduti e a debita distanza . La sosta con assembramento all’aperto potrebbe essere vietata dal 15 ottobre, non solo davanti ad esercizi commerciali ma anche in piazze, strade e luoghi pubblici. Inoltre l’esecutivo potrebbe imporre l’interruzione della vendita di alcool dopo le ore 22 per contenere la movida, specialmente fra i più giovani. Non è dato sapere se ci sarà una chiusura anticipata di bar e locali.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Usa, tragico incidente aereo: coppia di sposi muore quattro giorni dopo le nozze

 

Visualizza questo post su Instagram

 

ale) in data:

Lockdown localizzati. Una misura estrema potrebbe essere quella di imporre delle quarantene confinate a particolari aree geografiche. L’idea è stata proposta e allo stesso tempo scongiurata anche dal presidente della regione Campania, Vincenzo De Luca.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter.