Padre minaccia di morte pediatra per aver consigliato tampone alla figlia

Padre minaccia di morte pediatra perchè ha suggerito di fare un tampone alla figlia minorenne. Fatto accaduto a Roseto degli Abruzzi (Teramo)

Padre minaccia di morte
Tampone Covid ai bambini (foto dal web)

La battaglia fra precauzionisti e nagazionisti si colora di tinte sempre più aspre. Prova ne è il fatto accaduto a Roseto degli Abruzzi in provincia di  Teramo. Protagonista un padre che si è reso colpevole di aver minacciato di morte la pediatra alla quale si era rivolto per prestare cure alla propria figlia di soli 4 anni.

La dottoressa Giannina Candelori si sarebbe sentita rivolgere le seguenti parole: “Adesso vengo nel suo studio, prima la trito come il sale fino e poi l’ammazzo. Il coronavirus non esiste. Idiota.” La specialista ha riscontrato nella bambina febbre a 37 e mezzo, con tosse persistente e rinorrea (perdita di muchi dal naso). Ha quindi suggerito di eseguire un tampone per escludere contagio da Coronavirus. E’ un obbligo di legge. La madre ha firmato il consenso. Poiché i genitri sono separati, si attendeva il via libera anche dal padre che ha reagito in maniera inaudita.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Usa, tragico incidente aereo: coppia di sposi muore quattro giorni dopo le nozze

Padre minaccia di morte
(Pixabay)

La dottoressa Candelori ha avvertito i carabinieri con scopo cautelativo ma non esclude di presentare denuncia nei prossimi giorni.

La regione Abruzzo ha 4886 casi accertati e in aumento. Si attestano 9 casi di persone sotto i 19 anni.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter.