Pedopornografia, operazione Scatto Matto. Venti le persone coinvolte

Un’operazione sotto copertura delle forze di Polizia ha scovato un giro di materiale pedopornografico. Venti le persone coinvolte.

Blitz Pedopornografia
Blitz Pedopornografia (foto dal web)

Catania, Operazione Scatto Matto. La Polizia Postale ha scoperto dopo numerose indagini dove fossero i luoghi degli abusi Riuscita altresì ad identificare le vittime protagoniste del corposo materiale pedopornografico che veniva scambiato nel deep web – il web oscuro – per evitare di venire rintracciati. Arresti in flagranza di reato nelle città di Napoli e Pisa: erano tre le persone trovate in possesso di file pedopornografici. Un’operazione sotto copertura che ha coinvolto numerose città, sia nazionali da nord a sud che straniere. La Polizia Postale di Catania insieme al Centro Nazionale di Contrasto Pedopornografia On line ha condotto le indagini mirate al monitoraggio nel deep web sino a scovare il sito che conteneva le immagini ed i video raccapriccianti corredati da messaggi atti a favorire questi comportamenti da parte di utenti anonimi.

LEGGI ANCHE –> Valentina Vignali | il bikini a ottobre che fa sognare tutti | spettacolo | FOTO

Pedopornografia, il blitz che ha coinvolto 20 persone

Blitz Pedopornografia
Blitz Pedopornografia (foto dal web)

Gli utenti del sito si avvalevano di sofisticati metodi per rimanere anonimi e cambiavano repentinamente postazione web per evitare di essere rintracciati. Messaggi criptati per non essere scoperti. Dalle indagini è emerso che i soggetti coinvolti esternavano le loro esperienze sessuali avute con minori. Storie di abuso raccapriccianti. Le Forze dell’Ordine sotto copertura sono riuscite ad infiltrarsi nel deep web. L’operazione è durata più di un anno, un’attività lunga e impegnativa che ha portato alla identificazione dei soggetti coinvolti in questo giro criminoso. Tre le persone arrestate, 17 i denunciati.

LEGGI ANCHE -> Federica Fontana, notte in bianco. I suoi fan notano un dettaglio -FOTO

Blitz Pedopornografia
I Capi d’Imputazione (foto dal web)

Disposta la perquisizione domiciliare per i soggetti coinvolti questi dovranno rispondere di numerosi reati: tra i tanti pornografia minorile, detenzione e divulgazione di materiale pedopornografico ed istigazione a pratiche di pedofilia.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.