Covid-19, il bollettino dell’11 ottobre: 4.246 nuovi positivi attuali

Il Ministero della Salute, nella giornata di oggi, domenica 11 ottobre, comunicherà i numeri dell’epidemia da Covid-19 in Italia tramite bollettino.

Covid-19 Mappa regione Italia
(Ministero della Salute)

Aggiornato lo stato dell’epidemia da Coronavirus in Italia. Stando all’odierna tabella sanitaria del Ministero della Salute, il numero dei casi di contagio dall’inizio dell’emergenza è salito a 354.950 con un incremento di 5.456 unità. In crescita i soggetti attualmente positivi che ad oggi ammontano a 79.075 (+4.246), così come i ricoveri in terapia intensiva (+30), 420 in totale. Il numero dei guariti è giunto a 239.709 con un incremento di 1.184 persone. Si aggrava ancora il bilancio dei decessi con 26 morti nelle ultime 24 ore che portano il totale a 36.166.

Coronavirus, bollettino: i numeri del Covid-19 in Italia nella giornata di sabato 10 ottobre

Coronavirus
(Getty Images)

Nella giornata di ieri, come di consueto, il Ministero della Salute ha diffuso la tabella contenente i numeri dell’epidemia da Covid-19 in Italia. Stando ai dati, il numero delle persone risultate positive al virus dall’inizio dell’emergenza era salito a 349.494. Aumentavano anche i soggetti attualmente positivi che ammontavano a 74.829. Salivano anche i ricoveri in terapia intensiva che ammontavano a 390 pazienti. Il numero dei guariti era giunto a 238.525 . Purtroppo si aggravava ancora il bilancio dei decessi che portava il totale a 36.140 vittime.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Coronavirus, il bollettino del 10 ottobre: i dati dell’epidemia

Coronavirus, bollettino: i numeri del Covid-19 in Italia nella giornata di venerdì 9 ottobre

Il Ministero della Salute nella giornata di venerdì ha reso noti i numeri sull’epidemia da Covid-19 in Italia. Il numero dei contagi complessivi era salito a 343.770. Di questi 70.110 erano gli attualmente positivi. Il numero dei pazienti in terapia intensiva invece era pari a 387 mentre quello dei guariti era salito a 237.549. Infine, nel bollettino, si evinceva che i decessi avevano subito un incremento, portando il bilancio a 36.111.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Covid-19, il bollettino del 9 ottobre: 28 nuovi decessi

Covid-19, la virologa Ilaria Capua: “La mascherina? Va indossata sempre”

Come dovremmo agire? La riapertura delle scuole ha inciso su questa impennata di casi? Ed ancora, quante possibilità ci sono che il Governo opti per un secondo lockdown? Queste solo alcune delle domande che Il Corriere della Sera, come se avesse raccolto i dubbi di tutti gli italiani, ha posto ad Ilaria Capua, scienziata di fama mondiale.

In primis la dottoressa ha affermato: “La domanda giusta è come dobbiamo comportarci. Oggi stiamo registrando una circolazione vivace del virus. Dai 1.500 casi siamo saliti ad oltre 5mila. È giunto il momento in cui ognuno deve rafforzare il proprio impegno”. Questa la premessa di Ilaria Capua la quale ha proseguito parlando del modo in cui dovrebbe concretizzarsi lo sforzo comune: “La mascherina va indossata sempre, ribadisco sempre. Il disinfettante va portato con sé e soprattutto è fondamentale lavare spesso le mani con acqua e sapone. Il virus – afferma la Capua a Il Corriere della Seraviene trasportato da goccioline pesanti, con il distanziamento di due metri si scongiura la possibilità di contagio perché il Sars-Cov2 non riesce a superare questa distanza indenne.” Quanto alle scuole, anche Ilaria Capua come molti altri colleghi ritiene che la loro apertura non sia la causa dell’impennata della curva epidemiologica.

L’intervista de Il Corriere tocca poi un punto divenuto caldissimo negli ultimi giorni, quello relativo ad assembramenti e locali. In particolare la dottoressa Capua si è espressa in merito alle future intenzioni del Governo ed alle limitazioni che vorrebbe porre in essere. Per la direttrice del One Healt Center, il piano dell’Esecutivo sarebbe giusto, anche se a suo avviso più che badare al numero delle persone bisognerebbe attenzionare la propria provenienza.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Covid-19, la virologa Ilaria Capua: “La mascherina? Va indossata sempre”

Covid-19, Giuseppe Ippolito (CTS): “Nuove misure sono necessarie”

È necessario che vengano varate nuove misure atte a limitare i contagio che non influiscano, però, su attività prioritarie. Per queste ultime si intendono scuola e vita produttiva del Paese. La comunità scientifica internazionale ha affermato che il modello italiano è stato quello tra i più efficaci”. Queste le parole di Giuseppe Ippolito, direttore dello Spallanzani di Roma ai microfoni de La Stampa.

Attualmente, stando alle ultime indiscrezioni trapelate, pare che il Governo stia ponderando diverse misure. In primis il congelamento degli sport amatoriali, come il calcetto. A seguire la somministrazione di sostanze alcoliche a partire dalle 21 nonché gli assembramenti davanti alle attività commerciali che dovranno chiudere entro le 24. Possibile anche lo stop alle feste private. Quanto agli importanti eventi come i matrimoni, varata l’ipotesi di introdurre un limite di partecipanti pari a 30.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Covid-19, Giuseppe Ippolito (CTS): “Nuove misure sono necessarie”

Al vaglio anche smartworking e mezzi pubblici. Tutte misure, adesso, che saranno oggetto di confronto tra Cts, Istituzioni centrali e quelle locali.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter.