Pillola contraccettiva: la decisione dell’Aifa per le minorenni

L’Aifa ha stabilito che la pillola dei 5 giorni dopo, utilizzata come contraccettivo di emergenza, non necessiterà più di prescrizione medica fra le minorenni

Medici
Medici (Getty Images)

Nicola Magrini, direttore dell’Aifa, ha stabilito che la pillola dei 5 giorni dopo, l’ulipistral acetato, potrà essere somministrata a pazienti minorenni anche senza prescrizione medica. Quest’ultimo ha confermato la piena sicurezza del farmaco, definendolo “uno strumento etico, perché consente di evitare momenti critici per le ragazze“.

LEGGI ANCHE> Medici estraggono serpente di oltre un metro dalla bocca di una donna  FOTO

Pillola contraccettiva: no alla prescrizione del medico per le minorenni

Pillola contraccettiva
Pillola contraccettiva (Pixabay)

No alla prescrizione medica per la pillola contraccettiva dei 5 giorni dopo, anche per le minorenni: questa è la decisione presa dall’Aifa, l’Agenzia Italiana del Farmaco. Nicola Magrini, presidente dell’Agenzia, ha dichiarato che il farmaco è uno strumento totalmente sicuro, che consente di evitare situazioni difficili per molte ragazze.
Voglio sottolineare che si tratta di contraccezione di emergenza – aggiunge – e che non è un farmaco da utilizzare regolarmente“.

L’Aifa festeggia con entusiasmo questo progresso: si tratterebbe, secondo l’ente, di “una svolta per la tutela della salute fisica e psicologica delle adolescenti“.
Come infatti emerge dalle statistiche, moltissime adolescenti si ritrovano in situazioni di gravidanze indesiderate, le quali, spesso e volentieri, terminano con l’aborto.
L’eliminazione della prescrizione, secondo Magrini, si rivelerà un prezioso aiuto per queste adolescenti.

Gravidanza
Gravidanza (Getty Images)

Non si tratta, come sottolineato chiaramente dall’Aifa, di uno strumento utilizzabile abitualmente. Il farmaco sarà infatti accompagnato da un ricco foglietto illustrativo, in cui si specifica l’utilizzo straordinario della contraccezione di emergenza, e si promuove invece una contraccezione sicura ed informata.

L’Agenzia, a tal proposito, sottolinea quanto l’assenza della prescrizione sarà utile per la salute delle stesse giovani madri. Questo è quanto dichiarato dall’Aifa: “L’evento nascita nelle adolescenti si accompagna spesso a situazioni di rischio, connesse sia alla difficoltà della giovane madre di accedere ai servizi materno-infantili, sia a una serie di problematiche di notevole portata sul piano interpersonale e psicologico“.

LEGGI ANCHE> Toscana, autorizzata la pillola abortiva Ru486 negli ambulatori

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter.