Usa, bambino trova pistola nel comodino e si spara alla testa: tragedia in casa

In Oregon, negli Usa, un bambino di 3 anni si è accidentalmente sparato un colpo di pistola alla testa, dopo aver trovato l’arma in un comodino.

(Getty Images)

Un bambino di soli 3 anni è morto dopo essersi accidentalmente sparato un colpo di pistola nella casa dove viveva con la famiglia. È accaduto venerdì sera ad Aloha, in Oregon, Stati Uniti. Secondo quanto ricostruito, il piccolo avrebbe trovato l’arma in un cassetto del comodino ed avrebbe premuto il grilletto sparandosi alla testa. A lanciare l’allarme sarebbero stati i parenti che si trovavano in casa in quel momento e che hanno sentito lo sparo. Sul posto si sono precipitati i paramedici che, purtroppo, non hanno potuto far nulla per il bimbo, deceduto poco dopo. Sulla tragedia sta indagando la polizia statunitense che è giunta presso l’abitazione.

Leggi anche —> Sparatoria davanti la pizzeria di famiglia: ragazzo di 23 anni ferito gravemente

Usa, bambino di 3 anni trova pistola nel comodino e si spara alla testa: tragedia in Oregon

Polizia Stati Uniti
(Getty Images)

Tragedia negli Stati Uniti, dove un bambino di soli 3 anni lo scorso venerdì, 9 ottobre, è morto dopo essersi accidentalmente sparato alla testa con una pistola. Il piccolo James Kenneth Lindquester, secondo quanto riferito dalla stampa locale e dalla redazione del The Mirror, avrebbe trovato l’arma in un cassetto di un comodino della sua casa ad Aloha, in Oregon. Sentito lo sparo, i parenti che sui trovavano in casa, hanno raggiunto il bimbo e gli hanno prestato soccorso lanciando l’allarme.

In pochi minuti, presso l’abitazione, sono arrivati paramedici che, nonostante i tentativi di salvare la vita al bimbo, hanno dovuto dichiararne il decesso circa due ore più tardi. Oltre ai soccorsi, sul posto, sono intervenuti gli agenti della polizia statunitense che hanno avviato le indagini per risalire all’esatta dinamica della vicenda. Al momento, riporta The Mirror, non sono state mosse accuse nei confronti dei familiari di James.

Il vice della contea di Washington, Shannon Wilde, ha commentato l’accaduto spiegando: “Credo che se si chieda ad soccorritore, la morte di un bambino è la peggior chiamata che si possa ricevere. Vediamo un sacco di cose orribili – riporta The Mirrorma vedere un bambino in quella situazione è la cosa peggiore“.

Leggi anche —> Uccide il marito, scappa e si autodenuncia: la storia

Ambulanza Usa
(Getty Images)

La famiglia del bimbo si è chiusa nel proprio dolore e non ha rilasciato dichiarazioni, ma ha concesso alla polizia della contea di Washington di pubblicare le foto del piccolo James sul profilo Twitter del dipartimento.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter.