Carta igienica finita? Ecco tante alternative fai da te!

 

La carta igienica è senza dubbio uno degli elementi fondamentali in una casa. Pensare di vivere senza carta igienica sarebbe quasi impossibile. Proprio per questo rimanere senza sarebbe veramente un grattacapo non da poco.

alternative carta igienica

La carta igienica è nata nel lontano 1857 negli USA ed è stata prodotta da Joseph Gayetty. Inizialmente era confezionata in foglietti, proprio come i tovaglioli di carta monouso.

Difficile da credere, ma all’inizio la carta igienica non ha avuto un grande successo: le persone, infatti, per molto tempo hanno continuato ad usare i vecchi metodi che, anche se più scomodi, erano decisamente meno costosi.

Nel 1884, in Pennsylvania, hanno preso piede i classici rotoli di carta igienica che hanno avuto sin da subito successo. Nel 1942, invece, sono stati inventati i rotoli doppio velo dall’azienda inglese St. Andrew’s Paper Mill.

Sei senza carta igienica?  Prendi un doccino o un bidet portatile!

alternative carta igienica

Può capitare, purtroppo, che ci si ritrovi senza carta igienica per non aver controllato il numero di scorte a disposizione. In questi casi? Come puoi rimediare al problema?

Il primo rimedio se si è rimasti senza carta igienica è il bidet oppure il doccino da installare vicino al gabinetto. In questo modo, la pelle non si irriterà e si allontanerà il rischio di infezioni.

LEGGI ANCHE ->>Rotoli della carta igienica, come riutilizzare il cartonicino

In commercio si possono trovare tantissimi modelli di doccino. Su Amazon, ad esempio, si trovano diverse inserzioni di doccette per wc, ottimi per l’igiene intima. Il costo di aggira sui 30 euro. Per un bidet portabile, senza tubo, il costo di aggira sui 25 euro con tanto di spedizione gratuita.

Il doccino non è altro che un tubo, installato nel water, che viene utilizzato soprattutto in Russia e Asia. Non hai né l’uno né l’altro? Allora puoi ricorrere ad una bottiglietta d’acqua!

Stoffa o foglia di granoturco

alternative carta igienica

In mancanza di carta igienica, puoi anche utilizzare la stoffa. Un metodo molto utilizzato dai nonni e più scomodo visto che bisogna procedere poi con il lavaggio.

Per chi vive in campagna, invece, la cosa migliore da fare è ricorrere al muschio. Si tratta di una vera e propria carta igienica naturale, ideale sia per l’assorbenza che per la sua sofficità. Inoltre, al suo interno, contiene lo iodio che è un disinfettante naturale.

In alternativa alla carta igienica, soprattutto in campeggio o in campagna, potrai usare le foglie di granoturco che, oltre ad essere molto resistenti, sono in grado di assorbire i liquidi. Inoltre, visto che è naturale, la foglia può essere buttata tra la natura.

Tra i rimedi più efficaci anche il verbasco

Anche il verbasco può essere un ottimo rimedio se manca la carta igienica. Si tratta di una pianta molto diffusa in Italia e che delle foglie che, oltre ad essere molto grandi, sono molto assorbenti. Questa pianta, poi, ha anche delle proprietà mediche, ma attenzione a non usare i suoi semi.

Al posto della carta igienica si può anche usare la carta igienica riciclata. Viene conservata in pacchi di carta, non di plastica, e non ha nessun tipo di impatto sull’ambiente.

Non disperare, dunque! Se rimani senza carta igieniche le alternative a quanto pare non mancano di certo!

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter