Argentina-Bolivia, la rabbia di Messi: sfiorata la rissa

Dopo la rimonta dell’Argentina sulla Bolivia, Lionel Messi viene verbalmente provocato: sull’orlo di una rissa, i compagni lo bloccano

Messi
Messi (Getty Images)

Ieri sera, l’Argentina riesce a rimontare la Bolivia a La Paz, in una partita che valeva la qualifica ai Mondiali. Tuttavia, al termine del match, il preparatore della Bolivia Lucas Nava e l’attaccante Martins hanno istigato verbalmente Messi, il quale stava per cedere alle loro provocazioni: sul punto di scatenare una rissa, la “Pulce” è stata in seguito bloccata dai compagni di squadra e dagli arbitri.

LEGGI ANCHE> Cristiano Ronaldo positivo al Covid: le condizioni di salute

Il fenomeno Messi: la carriera

Calcio
Calcio (web)

Leo Messi, classe 1987, è un calciatore argentino, attualmente centrocampista ed attaccante del Barcellona. Il suo soprannome è “La Pulce“, per via della bassa statura. Esordisce in prima squadra nel 2004, diventando uno dei giocatori più giovani a vestire la maglia del Barcellona: grazie alle formidabili prestazioni, si classifica terzo e secondo nelle edizioni del Pallone d’oro, rispettivamente nel 2007 e nel 2008.

È con l’Era di Guardiola, tuttavia, che il fenomeno Messi esplode davvero. Tra il 2008 e il 2012, il calciatore argentino manifesta alla comunità calcistica mondiale le proprie eccellenti qualità. La stagione 2008-2009, tra l’altro, si conclude con la vittoria del triplete.  Nell’anno solare 2011, Messi ha realizzato almeno un gol in tutte le partite in cui ha preso parte.

Attualmente il calciatore, considerato uno dei più forti al mondo, ha preso parte a 929 partite, segnando globalmente 733 reti – con una media, cioè, di circa 1 gol a partita.
Messi è anche vincitore di due Palloni d’oro (2009-2019), quattro Palloni d’oro FIFA (2010-2011-2012-2015), ed ha ricevuto il premio di Fifa World Player nel 2009.

Messi: la rissa sfiorata in Bolivia