Coronavirus, la minaccia di Andrea Crisanti: «Possibile lockdown a Natale»

Coronavirus, la minaccia di una nuovo lockdown è sempre più vicina. Andrea Crisanti avverte, possibile lockdown a Natale.

Andrea Crisanti
Andrea Crisanti (foto dal web)

Un’affermazione che tuona e scuota l’animo di tutti. La paura di un secondo lockdown diventa sempre più concreta. Il virologo Andrea Crisanti è intervenuto a Studio 24 su Rainews, proprio in tale occasione ha detto ciò che nessuno avrebbe voluto sentirsi dire: possibile chiusura totale in occasione delle festività natalizie. Un’occasione – spiega il virologo dell’Università di Padova – per bloccare questo circolo vizioso e porre un freno ai contagi. «Credo che un lockdown a Natale sia nell’ordine delle cose: si potrebbe resettare il sistema, abbassare la trasmissione del virus e aumentare il contact tracing. Così come siamo il sistema è saturo». 

LEGGI ANCHE —> Covid, Conte: “La curva dei contagi risale, serve cautela”

Andrea Crisanti spiega perchè il lockdown durante le festività natalizie

Andrea Crisanti
Sperimentazione Covid-19 (foto dal web)

Il virologo, sempre in occasione del suo intervento, precisa perché optare per un lockdown a dicembre a ridosso delle festività natalizie: le scuole chiuse per le festività aiuterebbero il sistema sanitario in un periodo particolarmente delicato, il picco dell’influenza stagionale, spiega Crisanti. Avere le scuole chiuse significa evitare un sovraffollamento anche sui mezzi pubblici. Chiamato a pronunciarsi sulla questione tamponi, avverte che sono ancora pochi quelli fatti e che non si può parlare – visto il numero di test compiuti quotidianamente – di adeguata prevenzione. Ecco perché si dovrebbe ipotizzare un secondo lockdown. Parole certamente pesanti quelle pronunciate dal virologo che provoca ulteriore agitazione in chi ancora versa in una condizione di disagio psichico cagionato proprio dalla chiusura di tutto e la costrizione a vivere h24 entro le quattro mura domestiche. L’Italia è stata – secondo una statistica pubblicata di recente – una dei paesi europei con maggiori casi di disturbi mentali maturati proprio durante la pandemia.

LEGGI ANCHE -> Covid-19, salgono vertiginosamente i contagi: comune diventa zona rossa

Andrea Crisanti
Lockdown, i disturbi mentali (foto dal web)

Non resta che attendere pazientemente i prossimi risvolti, sperando che il lockdown rimanga un evento isolato. Ha già generato molte sofferenze.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter.