Covid, Spadafora: “Ronaldo ha vietato il protocollo”

Il ministro Spadafora si esprime sull’andirivieni di Ronaldo: “Ha vietato il protocollo anti-Covid”

Ministro Spadafora
Ministro Spadafora (Getty Images)

“Andando e tornando dal Portogallo, Ronaldo ha violato il protocollo anti-Covid“: questo è quanto dichiarato da Vincenzo Spadafora, ministro dello Sport. Nel corso di un’intervista in onda su Radio Uno, Spadafora si è lasciato andare ad alcuni commenti in merito al comportamento del calciatore, risultato positivo al Covid solo qualche giorno fa.

LEGGI ANCHE> Cristiano Ronaldo positivo al Covid: le condizioni di salute

Spadafora: le parole sul Ronaldo e sulle attività sportive

Cristiano Ronaldo (Getty Images)

Il ministro Spadafora, intervistato durante il programma “Il Mix delle cinque“, in onda su Radio Uno, ha espresso il proprio parere circa i continui spostamenti di Ronaldo fra Italia e Portogallo. Di fronte alla domanda su una possibile violazione del protocollo, Spadafora risponde così: “Sì, penso proprio di sì, se non ci sono state autorizzazioni specifiche dell’autorità sanitaria“.

Le dichiarazioni di Spadafora, giunte alle orecchie del presidente della Juventus Andrea Agnelli, sono state commentate in questo modo: “Io non ho il protocollo del governo. Lei deve chiamare il ministero della Salute o degli Interni, chi applica le leggi dello stato. La Juve ha applicato il protocollo federale“.

Calcio
Calcio (web)

Il ministro Spadafora, interrogato in merito ad un’eventuale cessazione delle attività sportive, ha proseguito il suo discorso, asserendo che non si prevede alcuno stop per le partire calcistiche – almeno fino ad ora. Tuttavia, in merito agli stadi vuoti, Spadafora ha dichiarato di non poter prendere nuovi provvedimenti: “Le Regioni avevano proposto un 25% rispetto ad un pubblico possibile, ma per adesso non possiamo autorizzarlo“.

Impossibile, dunque, tornare ad assistere ai match di persona, dalle tribune degli stadi. Il ministro ha spiegato che, attualmente, è di fondamentale importanza tenere d’occhio la curva dei contagi, perlomeno per tutto il prossimo mese. Se le cose dovessero cambiare, dunque, lo si capirà a fine novembre.

LEGGI ANCHE> Calcio in lutto: scomparso l’ex giocatore e dirigente Fabrizio Ferrigno

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.