Diuretici, depurativi e amici delle ossa. Scopriamo quali sono i legumi amici della salute

I fagiolini sono uno dei legumi con più proprietà organolettiche utili per il nostro organismo, tipici del periodo estivo e hanno solo 30 kcal per 100 grammi

Fagiolini (foto dal web)
Fagiolini (foto dal web)

Quando pensiamo ai fagiolini automaticamente pensiamo alle nonne mentre li puliscono con bacinella in grembo prima di cuocerli al vapore, una visione tipica soprattutto di chi vive nelle zone di campagna o ha avuto un’infanzia vicina ai nonni o ad un ambiente legato alla cucina casalinga.

Questo legume, noto talvolta anche come “cornetti” oppure “mangiatutto” o “tegoline”, è diffuso in tutta Italia e disponibile da marzo a settembre. Fa parte della famiglia delle Leguminose, ha consistenza turgida e forma allungata, dritta o curva, e colore intenso, verde, giallo o violaceo, a seconda della varietà esistenti.

I fagiolini, come detto, appartengono alla famiglia delle leguminose, come il fagiolo, i piselli e le fave, ma possono essere considerati classici ortaggi poiché si consumano con tutto il baccello esterno. Il periodo di massima produzione va da maggio a luglio, ma in genere è possibile acquistare prodotti freschi durante tutto l’arco della primavera e dell’estate. Nelle altre stagioni dell’anno potete trovare e comperare nei supermercati i fagiolini surgelati, una valida alternativa se volete continuare a beneficiare delle qualità di questi prodotti anche durante l’autunno e l’inverno.

LEGGI ANCHE -> Perché mangiare la pizza fa venire sete?

Proprietà nutritive dei fagiolini

Fagiolini in cucina (foto dal web)
Fagiolini in cucina (foto dal web)

Il fagiolino verde contiene al suo interno poche calorie per l’organismo, di conseguenza è un alimento sano e non fa male al corpo. Non passano in secondo piano, infatti, anche le tante proprietà e qualità nutrizionali, che li rendono alimenti di stagione molto sponsorizzati nelle diete salutari.

Contiene circa trenta calorie per ogni cento grammi di prodotto, composti prevalentemente da acqua, ben 90,5 g sempre per 100 grammi, e 2,9 g di fibra, nonché potassio, fosforo, ferro, silicio, vitamine A, C, K, flavonoidi, luteina, zeaxantina e beta-carotene.  Grazie alla scarsa presenza di carboidrati e zuccheri, possono essere consumati anche da diabetici, contribuendo a mantenere basso l’indice glicemico, con un controllo del livello di glucosio nel sangue.

Sono un alimento molto indicato per le diete salutari e ipocaloriche per chi desidera perdere massa grassa in eccesso. Grazie alla scarsa presenza di carboidrati e zuccheri (solo 2,4 g ogni 100 g di prodotto), possono essere consumati anche da diabetici, contribuendo a mantenere basso l’indice glicemico, con un ottimo controllo del livello di glucosio nel sangue.

LEGGI ANCHE -> La pizza da bere è virale. Ma esiste davvero?

Benefici dei fagiolini

  • Funzione antiossidante: grazie al grande apporto di vitamine A e C, ai sali minerali come il manganese e antiossidanti naturali come luteina, zeaxantina e beta-carotene, i fagiolini aiutano a combattere i radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento delle cellule.
  • Amici delle ossa: i fagiolini sono alimenti che prevengono l’osteoporosi, grazie alla discreta presenza delle vitamine K e A, del silicio e del fosforo che favoriscono l’assimilazione del calcio e favoriscono anche la coagulazione del sangue.
  • Aiuto del sistema immunitario: grazie alla presenza sostanziosa di vitamina C, questi legumi risultano essere un ausilio non indifferente delle difese dell’organismo.
  • Fonte di fibre: l’alta concentrazione di fibre permette di combattere la stitichezza, proteggere il colon e tenere sotto controllo il livello di colesterolo nel sangue. Inoltre la fibra è di aiuto anche nell’aumentare il senso di sazietà.
Fagiolini (foto dal web)
Fagiolini (foto dal web)
  • Sono diuretici e altamente digeribili: grazie alla presenza di potassio, questi legumi contrastano la ritenzione idrica, favorendo l’eliminazione dei liquidi in eccesso. Contribuiscono al miglioramento generale dell’apparato digerente, risultando molto digeribili.

Non esistono invece particolari controindicazioni, solo in caso di allergie o intolleranze possono comportare alcuni effetti collaterali quali mal di stomaco e fastidiosi gonfiori. Però si tratta di sintomi molto rari.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche su sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter