Focolaio Covid | morte 6 suore su più di 50 positive a Pavia

Deflagra un focolaio Covid all’interno di una comunità di suore, in alcune purtroppo hanno pagato con la vita. In tante altre sono contagiate.

focolaio Covid suore
Un focolaio Covid uccide diverse suore in provincia di Pavia Foto dal web

Grosso focolaio Covid deflagrato all’interno di un centro sociale legato ad un convento causa la morte di sei suore. Le religiose hanno perso la vita dopo essersi ammalate di coronavirus nel centro ‘Padre Francesco Pianzola’ a Mortara, in provincia di Pavia. Qui ci sono 88 soggetti risultati positivi, dei quali 59 sono delle suore.

LEGGI ANCHE –> Covid 19, la Lombardia in crisi : Fontana annuncia nuove restrizioni

Ed in 6 per l’appunto hanno perso la vita, mentre risultano in salute solamente 4 sorelle, subito poste in isolamento allo scopo di impedire che il virus le contagi. Poi una ventina di individui è rappresentata da del personale laico che lavora nella struttura. A Mortara c’erano state già grosse complicazioni a partire dalla scorsa primavera, durante la prima ondata di Coronavirus.

LEGGI ANCHE –>Coldiretti-Covid, la crisi agroalimentare costa 8 miliardi in cibi e vino

Focolaio Covid, colpita la comunità delle suore di Mortara

Il focolaio Covid che ha colpito le religiose è deflagrato neanche una settimana fa, finendo con l’innestare una catena di contagi divenuta via via sempre più vasta. Molte delle suore sono anche alle prese con delle patologie pregresse, e questo rende il tutto più complicato. L’Ats di Pavia sta monitorando il caso e ha già intrapreso tutte le misure necessarie per cercare di contenere l’emergenza. Anche a marzo si erano avuti dei decessi nella comunità religiosa locale, con altre 8 suore decedute nella vicina Tortona, in provincia di Alessandria.

LEGGI ANCHE –> Covid, parla il premier Conte: ” Le Regioni posso attuare misure restrittive”


A tal fine, infatti, si rileva come soggetti che secondo questi falsi test risultavano negativi avrebbero potuto non esserlo e quindi uscendo, o entrando in contatto con altri, avrebbero potuto inconsciamente trasmettere il virus.

Tutte loro facevano parte della Casa madre delle Piccole suore missionarie della carità. Quelle della circostanza appena descritta sono invece le Suore Missionarie Dell’Immacolata Regina della Pace, dette anche “pianzoline”, dal nome di Padre Francesco Pianzola.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.