Quali sono i vini più cari al mondo? Sul podio stravince la Francia

Quali sono i vini più sognati dagli esperti intenditori in giro per il globo? La classifica aggiornata delle bottiglie più pregiate secondo Lifestyle

Vini più cari al mondo (foto dal web)
Vini più cari al mondo (foto dal web)

Quanto può costare una bottiglia di vino? Molto, tanto che per alcuni è addirittura un investimento destinato ad aumentare negli anni e non solo un bene di rifugio (comfort food) con cui terminare una brutta giornata magari davanti la tv o una bella costata di maiale fumante.

Alcuni vini hanno un costo che non ha nulla a che vedere con quelli cui la maggior parte di noi è abituata, purtroppo, vini che impreziosiscono cantine altolocate, curati, ammirati, rimirati ma, quasi sicuramente, mai degustati.

Lifestyle ha stilato una classifica delle bottiglie più costose in circolazione, aggiornata ad agosto, ma siamo sicuri che non siano le uniche.

LEGGI ANCHE -> Perché mangiare la pizza fa venire sete?

10. Screaming Eagle Sauvignon Blanc – CALIFORNIA

Al decimo posto della classifica troviamo lo Screaming Eagle Sauvignon Blanc, di provenienza statunitense. Questo vino viene prodotto nella Contea di Napa, in California, zona nota in tutto il mondo per i suoi vigneti. Prezzo medio 5.084 euro, prezzo massimo 7.696 euro.

9. J.S. Terrantez Madeira – SPAGNA

Madeira (foto dal web)
Madeira (foto dal web)

Prezzo medio 7.040 euro, prezzo massimo 8.071 euro. Il loro vino proviene dall’arcipelago vulcanico in Portogallo di Madeira. Il vino ha note secche di agrumi, alcune nocciole e caramello delicato e forse un pizzico di lievito, rendendolo un vino più interessante.8

8. Domaine Leroy Richebourg Grand Cru – FRANCIA

Prezzo medio 5.110 euro, prezzo massimo 8.734 euro. Il vino di questa cantina francese ha un gusto bilanciato dai toni eleganti, la cui produzione di nicchia vede prodotto solo 700 bottiglie ogni anno.

7. Domaine Leflaive Montrachet Grand Cru – FRANCIA

Prezzo medio 8.522 euro, prezzo massimo 12.951 euro. Non tutte le bottiglie sono così care: alcune si trovano anche a meno di 70 euro un prezzo molto diverso da quelle di annate particolari che lanciano questo vino nell’Olimpo.

6. Domaine Leroy Chambertin Grand Cru – FRANCIA

Lalou Bize-Leroy ha fondato il vitigno Leroy in Borgogna nel 1988 e negli anni si è guadagnato un posto di riguardo nel mercato del vino, aggiudicandosi nel 2015 un punteggio di 100 punti da The Wine Advocate. Una loro bottiglia può costare 14.248 euro, mentre il prezzo medio è “solo” 6.356 euro.

5. Domaine Georges & Christophe Roumier Musigny Grand Cru – FRANCIA

Georges Roumier fondò il proprio vitigno in Borgogna nel 1924, negli anni si è evoluto molto e oggi vanta circa 28 ettari. I vitigni Roumier si trovano nelle regioni di Chambolle-Musigny, Morey-Saint- Denis e Corton-Charlemagne. Prezzo medio 10.946 euro, prezzo massimo 21.431 euro.

4. Egon Muller Scharzhofberger Riesling Trockenbeerenauslese – GERMANIA

Il prezzo medio di aggira intorno agli 11.233 euro mentre quello massimo ai 28.790 euro. Ci trasferiamo in Germania per il vino più caro del 2019: un bianco della regione della Mosella dove la famiglia Müller produce vini fin dal lontano 1797.

LEGGI ANCHE -> La pizza da bere è virale. Ma esiste davvero?

3. Domaine de la Romanée-Conti Montrachet Grand Cru – FRANCIA

Sul podio come vino più caro in assolto al mondo il Domaine de la Romanée-Conti Montrachet Grand Cru il cui prezzo medio è 6.733 euro mentre quello massimo è 91.767 euro. Si tratta del vino considerato uno dei migliori bianchi al mondo, dalla grande complessità organolettica richiede molti anni per raggiungere la perfezione. Tra le caratteristiche anche la rarità: ogni annata è messo in commercio in sole 250 casse.

2. Domaine de la Romanée-Conti Romanée-Conti Grand Cru – FRANCIA

La palma d’oro del vino meno costoso al mondo rientrato nella top 10 se lo aggiudica La Domaine de la Romanée-Conti, spesso abbreviata in DRC dai collezionisti: una tenuta della Borgogna francese, il cui vigneto principale, chiamato appunto Romanée-Conti, si estende per circa 4 ettari e produce le bottiglie tra le più care sul mercato, ben 468.449,00 euro. Esiste anche la versione da 16,74 euro per chi non vuole dare fondo al portafoglio però.

1. Domaine Leroy Musigny Grand Cru – FRANCIA

Musigny (foto dal web)
Musigny Grand Cru (foto dal web)

Secondo tra i vini più costosi al mondo, il Domaine Leroy Musigny Grand Cru è un altro vino della Borgogna, questa volta proveniente però da agricoltura biodinamica rispetto al già citato cugino francese. Prezzo però similare, medio 16.740 euro, massimo: 468.449,00 euro.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche su sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter