Come pulire le conchiglie per realizzare decorazioni fai da te

A chi non è capitato di passeggiare lungo la riva del mare e trovare delle splendide conchiglie. Possiamo paragonare le conchiglie a dei souvenir davvero unici ed economici da usare come ricordo di una vacanza o di un momento speciale. Ma andiamo a scoprire meglio come pulire le conchiglie trovate in spiaggia.

Come pulire le conchiglie
Conchiglie ( Pexels – Pixabay)

Può capitare che le conchiglie possano avere dopo qualche giorno un cattivo odore. Per evitare che questo accada, la prima cosa da tenere a mente è che questo accade quando hai raccolto una conchiglia che, al suo interno, contiene ancora le parti dell’animale che l’ha costruita.

Ma come capire se la conchiglia è vuota? La cosa migliore che puoi fare è seppellire la conchiglia in giardino per qualche giorno.

Questo per permettere agli insetti di mangiare i residui dei tessuti del mollusco, svuotando così la conchiglia.

Come pulire le conciglie con spazzolino e dentifricio

Come pulire le conchiglie
Conchiglia sulla riva ( FreePhotos – Pixabay)

In alternativa, si può anche bollite la conchiglia per poi estrarre i residui presenti al suo interno con delle pinzette o degli aghi. La cosa più giusta è raccogliere una conchiglia già vuota, in modo da non rischiare di togliere la vita a qualche abitante del mare.

Le conchiglie, spesso, presentano sulla superficie anche delle incrostazioni di alghe che potrai rimuovere con l’aiuto di spazzolino e dentifricio.

Una volta che ti sei assicurato che la conchiglia non abbia più “nessun problema”, non ti resta che lucidarla.

LEGGI ANCHE ->>Profumi per l’ambiente naturali: soluzioni fai da te a basso costo!

Si possono acquistare tanti lucidanti presenti in commercio, ma esistono anche metodi fai da te altrettanto efficaci.

Puoi usare, ad esempio, l’olio da cucina mettendolo sulla superficie della conchiglia per poi utilizzare un panno morbido.

Per lucidare una conchiglia si può usare anche lo smalto per le unghie. Dovrai stendere uno strato di smalto trasparente per ottenere un risultato davvero sorprendente.

Realizzare decorazioni fai da te con le conchiglie

Come pulire le conchiglie
Conchiglia vuota ( 947051 – Pixabay)

Con le conchiglie potrai realizzare delle bellissime decorazioni fai da te. Potrai, ad esempio, creare una cornice di conchiglie. In che modo? Incollando le conchiglie su una cornice già comprata con la colla a caldo.

Le conchiglie possono anche essere trasformate in candele per decorare la casa. Per riuscire nell’impresa, ti basteranno la cera e gli stoppini.

La prima cosa da fare è sciogliere la cera a bagno maria. Una volta sciolta, dovrai mettere lo stoppino al centro della conchiglia, per poi versare la cera lentamente.

A questo punto, dovrai lasciare che si asciughino. Per avere un effetto ancora più sorprendente, puoi utilizzare un contenitore di vetro e riempirlo con la sabbia. Il contenitore, poi, potrai decorarlo con delle piccole conchiglie.

Le conchiglie puoi utilizzarle per decorare davvero qualsiasi cosa. Se vuoi portare un po’ di atmosfera “marinara” anche in casa o in giardino, puoi decorare i vasi delle piante con delle bellissime conchiglie.

Ti basterà raccogliere un numero di conchiglie che possa bastare per decorare un intero vaso. Per attaccare ogni conchiglia dovrai utilizzare la colla a caldo.

Infine i più temerari potranno realizzare dei quadri creativi con le conchiglie. Ciò che serve è una cornice semplice e delle conchiglie. Il passaggio successivo è quello di mettere la colla a caldo sotto ogni conchiglia per poi attaccarla al cartoncino della cornice, magari creando una composizione a fila.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter