Covid, 31enne intubato a Roma: la situazione degenera inspiegabilmente

Il 31enne Diego, gestore del pub “Casa Clandestina” di Ostia, è intubato da 3 giorni: “Situazione inspiegabile” – dichiarano i medici

Coronavirus
Coronavirus (Getty Images)

Diego Gianella, il 31enne gestore del “Casa Clandestina“, simbolo della movida di Ostia, è stato ricoverato d’urgenza allo Spallanzani, dove si trova intubato da circa 3 giorni. I medici, che ne hanno rilevato la positività al Covid, non riescono tuttavia a descrivere il suo caso clinico: forte, atletico e giovane, impossibile comprendere come mai la situazione del ragazzo sia degenerata fino a questo punto.

LEGGI ANCHE> Covid: Fontana annuncia nuove misure restrittive per la Lombardia  VIDEO

Covid: il caso di Diego, il 31enne intubato da 3 giorni

Terapia intensiva
Terapia intensiva (Getty Images)

Diego – racconta l’ospedale che lo ha accolto – era fortemente dispnoico, ovvero non riusciva a respirare da solo: aveva ancora pochi minuti di autonomia“. La situazione del giovane imprenditore, pur inspiegabile, necessitava di un intervento immediato: niente mascherina ad ossigeno per lui. I medici lo hanno immediatamente sedato ed intubato.

I risultati della tac hanno poi dato il responso: polmonite interstiziale da Covid. Effettuato anche il tampone, che come prevedibile ha riportato un risultato positivo. Ciò che ha sconvolto i medici è stata proprio l’elevata carica virale relativa al caso di Diego: il ragazzo, dopo l’esito del tampone, è stato trasferito d’urgenza allo Spallanzani.

Oltre ai medici, neanche i famigliari e gli amici del proprietario del “Casa Clandestina” sanno spiegarsi la sua condizione. Diego, a detta loro, è un ragazzo che si tiene in forma: ama l’allenamento, il calcetto, la compagnia degli amici, e soprattutto non aveva patologie pregresse né presenti.

Medici (Getty Images)

Il collasso respiratorio manifestato da Diego è una conseguenza normale della polmonite diagnosticata. Tuttavia, i medici che si stanno occupando di lui si dimostrano alquanto preoccupati: incomprensibile come un ragazzo come lui, sano ed in forze, sia stato colpito in tale maniera dal virus.

Nel frattempo, ad Ostia, cresce la preoccupazione per la possibilità di un focolaio. I collaboratori di Diego hanno però rasserenato i cittadini, affermando quanto segue: “Gli altri dipendenti si sono sottoposti al tampone rapido e sono risultati negativi. Nei giorni di chiusura verrà eseguita la sanificazione del locale”.

LEGGI ANCHE> Covid-19, il sindaco de Magistris: Con questi numeri si arriverà al lockdown

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.