Covid, parla l’Oms: triplicati i casi in Europa rispetto allo scorso marzo

Il direttore generale dell’Oms si esprime in merito alla curva epidemiologica: i casi di Covid, rispetto al picco di marzo, si sono triplicati

Mascherina
Mascherina (Getty Images)

La scorsa settimana, il numero di casi di coronavirus segnalati in Europa è stato quasi 3 volte superiore rispetto al primo picco di marzo“: questo è quanto ha recentemente dichiarato Tedros Adhanom Ghebreyesus, il direttore generale dell’Oms. Secondo la Johns Hopkins University, le persone che hanno contratto il virus sono già 39 milioni.
E le vittime circa 1 milione e 100 mila.

LEGGI ANCHE> Covid, 31enne intubato a Roma: la situazione degenera inspiegabilmente

Covid, allarme dell’Oms: “I casi stanno aumentando”

Oms Hans Kluge (Getty Images)
Hans Kluge (Getty Images)

Nel corso del consueto briefing sul Coronavirus, il direttore generale dell’Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus ha espresso la propria preoccupazione, facendo un raffronto con i dati di marzo. Stando ai numeri attuali, nella scorsa settimana, l’Europa ha raggiunto un numero di casi tre volte superiore rispetto al picco registrato nello scorso marzo. E la situazione non sembra affatto migliorare.

Secondo le dichiarazioni della Johns Hopkins University, le persone che, globalmente, sono state toccate dall’epidemia, avrebbero raggiunto la cifra di 39 milioni. E, andando più nello specifico, attualmente si starebbe registrando un aumento dei casi pari a 2 milioni a settimana, all’incirca. Le vittime stanno raggiungendo quota 1 milione e 100 mila: rispetto alla fine di settembre (1 milione), sono decedute ben 100mila persona in più.

Covid
Provette (web)

Con l’avvicinarsi dell’inverno – ha proseguito il direttore dell’Oms – i casi stanno aumentando soprattutto in Europa. I Paesi stanno espandendo le misure e molte persone sono comprensibilmente stanche del disagio che la pandemia sta causando alle loro vite e ai loro mezzi di sostentamento“.

Molta preoccupazione traspare dalle parole di Ghebreyesus, e la medesima angoscia si rileva anche nelle dichiarazioni del direttore dell’ufficio regionale dell’Oms, Hans Kluge. Quest’ultimo, oltre a ribadire l’aumento esponenziale dei casi, ha affermato quanto segue: “Il Covid è adesso la quinta causa di morte, ed è stata raggiunta la soglia di 1.000 morti al giorno“.

LEGGI ANCHE> Covid, il vaccino Usa Pfizer non prima di metà novembre

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.