Fabrizio Corona fa paura, sui social minaccia il suicidio – FOTO

Fabrizio Corona dovrà scontare in carcere i nove mesi che aveva trascorso in affidamento terapautico perchè cosiderati non validi dal Tribunale di Milano.

Fabrizio Corona (web image)

Il Tribunale di Milano ha dichiarato non validi i nove mesi che l’ex re dei paparazzi ha dovuto trascorrere, nel 2018, in affidamento terapeutico. La decisione è stata presa a causa delle continue violazioni delle regole da parte di Corona. Sarà così costretto a ripeterli, questa volta in carcere.

Una decisione che ha particolarmente scosso l’imputato ed il suo avvocato. Corona, infatti, era improntato su una visione positiva prima dell’udienza che gli avrebbe fatto crollare tutte le poche certezze che aveva. Ero convinto di essere vicino alla libertà. “Se va bene a dicembre mi mancherebbero da scontare 1 anno e 8 mesi, vedo la libertà a breve” aveva detto.

Leggi anche >>> Fabrizio Corona e la sua lunga storia in una FOTO

Fabrizio Corona minaccia il suicidio

corona
Fabrizio Corona (Getty Images)

L’ex agente fotografico sfoga tutta la sua rabbia sui social supportato anche dal suo legale, arrivando addirittura a minacciare di togliersi la vita. Questo è quello che emerge dalle sue storie su Instagram.

“Violazione dei principi di giustizia. Per l’ennesima volta. Ora basta! Basta! È una vita che subisco ingiustizie. Pronto a tutto, anche a sacrificare la mia vita. Giuro, non sono mai stato così”.

View this post on Instagram

CARCERE A VITA PER UNO DEI PIÙ GRANDI CRIMINALI ITALIANI.

A post shared by Fabrizio Corona (@fabriziocoronareal) on

Corona ha anche pubblicato un post volutamente provocatorio con una sua foto che ricorda quelle che si fanno ai ricercati, con scritto: “Carcere a vita per uno dei più grandi criminali italiani”. Il tono con cui è stato scritto è dichiaratamente ironico e a dir poco polemico. Vuole in qualche modo sottolineare il fatto di non reputarsi uno dei più grandi criminali italiani, non meritando, perciò, tutte le pene che gli vengono imposte.

Anche il suo avvocato, Ivano Chiesa ha deciso di condividere tutto il suo disappunto. “Tornerò in Cassazione per la terza volta. In 35 anni non mi era mai capitato” ha detto il legale definendosi anche “inca**ato nero” per quanto accaduto.

Ti potrebbe interessare anche >>> Michelle Hunziker, l’uomo che la stalkerava bloccato di fronte al tribunale