Covid-19, il bollettino del 18 ottobre: aumentano i ricoveri in terapia intensiva

Il Ministero della Salute, nella giornata di oggi, domenica 18 ottobre, ha comunicato i dati dell’epidemia da Covid-19 in Italia tramite bollettino.

Covid-19 Mappa regione Italia
(Ministero della Salute)

Aggiornati ad oggi i numeri relativi all’epidemia da Covid-19, diffusasi nel nostro Paese. Stando alla tabella sanitaria del Ministero della Salute, i casi di contagio sono saliti a 414.241 con un incremento di 11.705  casi rispetto a ieri. Ancora in aumento i soggetti attualmente positivi che ad oggi ammontano a 126.237 (+9.302), così come i ricoveri in terapia intensiva (+45), 750 in totale. Il numero dei guariti dall’inizio dell’emergenza è giunto a 251.461 con un incremento di 2.334 unità. Nelle ultime 24 ore si sono registrati 69 decessi che portano il bilancio totale a 36.543.

Coronavirus, bollettino: i numeri del Covid-19 in Italia nella giornata di sabato 17 ottobre

Coronavirus
(Getty Images)

Nella giornata di ieri, sono stati diffusi tramite tabella sanitaria dal Ministero della Salute. Stando ai dati comunicati il numero delle persone risultate positive al virus dall’inizio dell’emergenza era salito a 402.536 . Aumentavano i soggetti attualmente positivi che ieri ammontavano a 116.935 . Salivano anche i ricoveri in terapia intensiva che contavano 705 pazienti. Il numero dei guariti era giunto a 249.127. Purtroppo si aggrava ancora il bilancio dei decessi  per un totale di 36.474 vittime.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Coronavirus, il bollettino del 17 ottobre: i dati dell’epidemia

Coronavirus, bollettino: i numeri del Covid-19 in Italia nella giornata di venerdì 16 ottobre

Il Ministero della Salute nella giornata di venerdì ha reso noti i numeri sull’epidemia da Covid-19 in Italia. Il numero dei contagi complessivi era salito a 391.611. Di questi 107.312 erano gli attualmente positivi. Il numero dei pazienti in terapia intensiva invece era pari a 638, mentre quello dei guariti era salito a 247.072. Infine, nel bollettino, si evinceva che i decessi avevano subito un incremento, portando il bilancio a 36.427.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Covid-19, il bollettino del 16 ottobre: superata la soglia dei 100mila attualmente positivi

Covid-19, Cts: “Serve rigorosa azione di controllo sulla normativa vigente”

Che la gestione del settore trasporti non stesse funzionando nella giusta via delle norme anti contagio è sotto gli occhi di tutti. Rispetto a quelle che avrebbero dovuto essere le percentuali di capienza e gli ingressi contingentati, l’attuale frangente fa emergere non poche criticità. Una circostanza passata al vaglio del Comitato Tecnico Scientifico, il quale ha mosso il proprio rimprovero all’organizzazione che il trasporto pubblico in generale sta attuando in questo frangente. Un mancato adeguamento alle esigenze di prevenzione richieste dal momento il monito lanciato dagli esperti del Cts, che ora chiedono una maggior attenzione sul tema alle amministrazioni locali.

Stando a quanto riferito dalla redazione di TgCom24, il Comitato avrebbe rilevato una non di poco conto “criticità rappresentata dal trasporto pubblico locale il quale pare non si sia adeguato alle nuove esigenze dettate dal momento“. Ciò, nonostante sin da aprile sia stata palesata una necessità di riorganizzazione che chiedeva l’adeguamento della mobilità tramite un interessamento delle istituzioni locali e dei cosiddetti mobility manager.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Covid-19, Cts: “Serve rigorosa azione di controllo sulla normativa vigente”

Legge di Bilancio, 40 miliardi nella Manovra per far fronte all’emergenza

Una manovra da 40 miliardi euro quella approvata nella notte dal Governo con formula “salvo intese“. Il Consiglio dei Ministri, ha vagliato il Documento programmatico di Bilancio (Dpb) ed ha varato la Legge di Bilancio. Un piano che, ovviamente, prima di essere reso definitivo necessiterà di qualche altro giorno per la sua piena articolazione.

All’interno della Manovra 2021 sono state previste misure che hanno quale scopo, ancora una volta, quelli di limitare i danni, patiti e futuri, sull’economia arrecati dall’epidemia da Covid-19. Misure atte a supportare il lavoro e la sanità e contemporaneamente ad agevolare la fase di ripresa.

Nello specifico, all’interno della Legge di Bilancio è stata disposta la proroga della Cassa Integrazione nonché il blocco dei licenziamenti per chi decida di usufruirne. A questa si aggiunge una decontribuzione in favore del Mezzogiorno per oltre 5,5 miliardi di euro e sempre per esso un credito di imposta per effettuare investimenti di 1 miliardo.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Legge di Bilancio, 40 miliardi nella Manovra per far fronte all’emergenza

Mascherine, l’uso che ne fanno i criminali: incredibile a credersi

In un frangente, già di per sé delicato, le criticità che si vanno sommando sono innumerevoli. Ora si aggiunge anche quello del rischio di fuga dei criminali e dell’occultamento di droga all’interno delle mascherine. A lanciare l’allarme l’Interpol la quale, riporta la redazione de La Repubblica, ha reso noto che i malviventi utilizzerebbero il ferretto delle mascherine per liberarsi dalle manette. Non solo, il dispositivo verrebbe utilizzato anche per nascondere sostanze stupefacenti.

Da Bruxelles è giunta notizia del drammatico fenomeno, che ha visto il verificarsi di decine di casi. Negli scorsi mesi, infatti, sarebbero stati numerosi gli episodi. I tratti in arresto utilizzerebbero una falla nella costruzione di alcuni tipi di ferri che presenterebbe una piccola fessura da cui è possibile sollecitare una molla. Questa operazione garantirebbe l’apertura.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Mascherine, l’uso che ne fanno i criminali: incredibile a credersi

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter.