Come cuocere le castagne | I trucchi veloci da replicare a casa

Profumate e saporite, cosa c’è di meglio che replicare alcune ricette a casa e gustare le castagne nel divano davanti un bel film il fine settimana?

Castagne bollite (foto dal web)
Castagne bollite (foto dal web)

L’autunno è arrivato e con lui il primo freddo, quindi cosa c’è di meglio che iniziare a consumare le castagne, confort food per eccellenza che possiamo consumare in diversi modi e svariare ricette golosissime.

LEGGI ANCHE -> Il pollo arrosto perfetto. La ricetta della versione italiana

Come abbiamo visto in un precedente articolo, la castagna è un alimento ricchissimo di nutrienti, tant’è che, fino a qualche decennio fa, rappresentava la base alimentare della gente di montagna e la pianta si era guadagnata l’appellativo di “albero del pane”, proprio per la sua grande importanza all’interno delle cucine di moltissime famiglie.

Sono un frutto particolarmente calorico e per questo motivo andrebbero consumate con moderazione fuori pasto oppure sostituite ad altri alimenti nel pasto principale. Ma quali sono i vari metodi per cuocere le castagne? Siamo abituati a vederle come caldarroste vendute alle fiere paesane ma non è l’unico metodo per consumarle. Esistono alcuni trucchi per poterle preparare velocemente anche a casa propria.

Caldarroste in padella e al forno

Castagne bollite (foto dal web)
Castagne bollite (foto dal web)

Le caldarroste sono uno snack nutriente, gustoso e semplice da preparare, basta però avere gli strumenti giusti e un minimo di manualità, inoltre si può scegliere di preparare le caldarroste nella padella coi buchi, o di cuocere le castagne al forno elettrico.

Per la cottura l’ideale è la classica padella con i buchi di metallo leggero che permette un rapido passaggio del calore e permette di avere il classico effetto bruciacchiato delle caldarroste. Per chi non l’avesse a casa va bene anche un tegame di coccio. Vanno incise praticando un taglietto lungo la parte curva del frutto, è fondamentale perché permette al vapore di uscire.

LEGGI ANCHE -> Il Parlamento Europeo dice addio alle “bistecche” di soia

Essenziale avvolgerle in un panno umido a fine cottura per permettere di sbucciarle meglio quando si saranno un po’ raffreddate. Dopo averle fatte riposare qualche minuto possono essere riposte in un sacchetto di carta

Per la cottura al forno seguite i passaggi sopra indicati per la cottura in padella, posizionate le castagne su una leccarda ricoperta di carta da forno e cuocetele a 180 gradi per 25 minuti in forno preriscaldato.

Bollite

Le castagne possono essere preparate anche con il procedimento della bollitura. In questo caso risulteranno ugualmente gustose, ma in più saranno molto morbide e davvero digeribili. Bollire le castagne è spesso la prima fase per preparare ricette più complesse sia per piatti dolci che salati ma ottime anche consumate al naturale come spuntino gustoso soprattutto dopo aver praticato sport. Per prepararle, occorrono circa 3 litri d’acqua per ogni chilo di castagne, mentre la cottura richiede circa 40 minuti dal bollore.

Castagne bollite (foto dal web)
Castagne bollite (foto dal web)

Per bollire le castagne possiamo utilizzare anche il microonde, un trucchetto rapido che permetterà di risparmiare moltissimo tempo. Ti basterà incidere le castagne, lasciarle in ammollo per dieci minuti, disporle su un piatto adatto al microonde e cuocerle solo per 5 minuti a 750 o 800 W.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter