Covid-19, le proteste dei pizzaioli contro le nuove restrizioni

I pizzaioli protestano contro le nuove restrizioni imposte dal governo riguardanti soprattutto il coprifuoco. “A Napoli si cena alle 21.30, fateci lavorare”. 

pizza
(Getty Images)

In diretta a Pomeriggio Cinque da Barbara D’Urso l’appello di alcuni pizzaioli napoletani che chiedono di poter lavorare senza impedimenti. La necessità di protesta nasce a seguito delle nuove restrizioni che il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, ha dovuto introdurre per contrastare la diffusione del virus che sta contiunando ad intaccare le nostre vite. Nella regione campana, infatti, è stato registrato un nuovo record di contagi con 1760 positivi in più rispetto a ieri. La situazione continua a peggiorare di giorno in giorno.

Leggi anche >>> Tutte le novità sulla Cassa per Covid e il blocco dei licenziamenti

Coronavirus, la protesta dei pizzaioli

pizzaioli
(Getty Images)

La parte più criticata fra tutte le nuove normative imposte ai cittadini campani è quella del coprifuoco alle 23. Si appellano alle abitudini che caratterizzano questa particolare area geografica dello stivale. Dicono “da noi si cena alle 21.30 o alle 22, qui a Napoli è impossibile far conciliare la ristorazione con il coprifuoco“. Sostengono che, proprio a causa di questa direttiva, non riusciranno più ad andare avanti, nessuno vorrà più uscire a cena. Questa sarebbe la preoccupazione maggiore. “Con il coprifuoco andremo al collasso” hanno poi aggiunto i pizzaioli disperati.

La richiesta che, sperano, venga accolta, è quella di consentirgli di poter lavorare in totale sicurezza. Di potersi gestire e organizzare in modo tale da riuscire a rispettare tutte le regole imposte dal distanziamento sociale e dall’igienizzazione, ma senza andare ad intaccare il loro lavoro. Non vogliono arrivare a vedere tutti i loro sforzi vanificati.

pizza
(jhfl da Pixabay)

Purtroppo la situazione nel nostro paese continua a peggiorare e chi sta al governo è costretto a prendere decisioni che, forse, possono sembrare esagerate ai nostri occhi ma vengono ritenute, purtroppo, necessarie.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter .

Ti potrebbe interessare anche >>> Coronavirus – boom di contagi nella notte in Veneto