Covid, coprifuoco nel Lazio dalle 24 alle 5: al via da venerdì

Il Lazio si allinea a Lombardia e Campania: coprifuoco a partire da venerdì, dalle ore 24 alle ore 5

Nicola Zingaretti
Nicola Zingaretti (Getty Images)

La curva epidemiologica, come dimostra il bollettino del Ministero della Salute, sta raggiungendo cifre impressionanti: oggi 15.999 casi e 127 morti, a fronte di un numero di tamponi pari a 177.848. Solo in Lombardia, nelle ultime 24 ore, si sono registrati 4.125 nuovi positivi; situazione analoga per Piemonte, Campania e Lazio, quest’ultimo con 1.219 positivi.

Nicola Zingaretti proprio quest’oggi ha deciso di firmare un’ordinanza restrittiva, allineandosi alle decisioni prese da De Luca e da Fontana: istituito il coprifuoco, dalle ore 24 alle ore 5, a partire dal prossimo venerdì.

LEGGI ANCHE> Covid-19, il bollettino del 21 ottobre: oltre 120 nuovi decessi nelle ultime 24 ore

Regione Lazio: Zingaretti istituisce il coprifuoco

Covid
Covid (Getty Images)

Dopo le recenti restrizioni firmate da De Luca, presidente della Regione Campania, e Fontana, presidente della Lombardia, anche Nicola Zingaretti si pone sulla stessa linea dei suoi colleghi: al Lazio verrà imposto un coprifuoco a partire dal prossimo venerdì, che scatterà dalle ore 24 fino alle ore 5 del mattino.

Saranno limitati gli spostamenti, e si potrà uscire solo per motivi lavorativi o per “comprovate esigenze“, che ovviamente dovranno essere accompagnate da un’autocertificazione. Oltre ad impedire lo spostamento dei cittadini, si stabilisce anche la chiusura dei locali.

Movida
Movida (web)

Nuove norme anche per quel che riguarda l’Università: le lezioni in presenza saranno ridotte al 75%, ad eccezione delle matricole. Nei licei, in egual modo, la frequenza verrà ridotta al 50%, ad esclusione degli alunni iscritti al primo anno. Impossibile, dunque, non intervenire anche in ambito scolastico, nonostante l’iniziale volontà di non stravolgere lo svolgimento della didattica.

L’ordinanza, in vigore da venerdì 23 ottobre, avrà valenza 30 giorni. Per le scuole e le Università, invece, i regolamenti saranno attivi a partire dal prossimo lunedì. Sebbene il tasso di contagiosità – Rt – sia all’1.2, il presidente Zingaretti ha deciso ugualmente di imporre nuovi divieti, per limitare al massimo la diffusione dell’epidemia, in accordo con sindaci e autorità scolastiche.

Per far fronte al problema pandemico, inoltre, si prevede l’allestimento di nuovi posti letto in terapia intensiva e, in generale, un potenziamento di tutto il reparto Covid.

LEGGI ANCHE> Tutte le novità sulla Cassa per Covid e il blocco dei licenziamenti

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter