Grave incidente: scontro frontale tra camion e scuolabus

Un incidente grave stradale ha interessato le vie di Orange County, nello Stato di New York: un frontale tra camion e scuolabus

scontro
(Foto dal web)

E’ stato violentissimo l’impatto tra un camion e uno scuolabus sulla Route 207, in Orange County (New York). Secondo il Washingtonville Central School District, l’autobus proveniva dalla Little Britain Elementary School di New Windsor quando, improvvisamente, si è avuto lo scontro.

Secondo le prime ricostruzioni, erano le 8.30 di mercoledì 21 ottobre quando un camion, autorizzato per il taglio degli alberi, ha scavalcato la doppia striscia gialla colpendo frontalmente lo scuolabus.

Uno scontro dalle immagini raccapriccianti: dello scuolabus colpito restano anteriormente solo lamiere accartocciate e la cabina del camion è completamente staccata dal resto del veicolo. Dodici in tutto sarebbero i feriti, fra cui 8 bambini.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> LONDRA, LA FUGA DI GAS BUTTA GIÙ LA PALAZZINA: BILANCIO PESANTE

Grave scontro tra un camion e uno scuolabus: 3 i feriti gravi

scontro
(Getty Images)

Sullo scuolabus coinvolto nell’impatto frontale con il camion vi erano almeno 8 bambini seduti posteriormente; una bambina e i due autisti sarebbero gravemente feriti e si trovano in ospedale.

Secondo la ricostruzione della polizia di New Windsor, il camion avrebbe oltrepassato la doppia striscia gialla e si sarebbe imbattuto nell’autobus: uno scontro frontale violento che avrebbe coinvolto anche un terzo veicolo, sebbene meno gravemente.

scontro
(Getty Images)

A preoccupare maggiormente, le condizioni della bambina ferita che è rimasta bloccata sotto le lamiere per almeno un’ora. La polizia sta ancora indagando sulla dinamica dell’incidente; potrebbero emergere, infatti, nuovi particolari.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>  PAKISTAN, TREDICENNE CATTOLICA RAPITA E COSTRETTA ALLE NOZZE

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter