Rinvenuto cadavere nel bosco: fatto a pezzi in due buste dell’immondizia

In un bosco di Lavinio, sul litorale laziale, in mattinata è stato rinvenuto un cadavere: si trovava spezzettato in due buste dell’immondizia

Bosco
Bosco (Getty Images)

Un’agghiacciante scoperta è avvenuta stamani nel bosco di Lavinio, lungo la costa laziale: un uomo ha rinvenuto, all’interno di due buste dell’immondizia, un cadavere fatto a pezzi. Questo si trovava seppellito ad una profondità di 10-15 cm.

I carabinieri della compagnia di Anzio sono stati avvertiti da un signore, che si trovava in quelle zone alla ricerca di funghi: dopo aver notato un teschio semi-sepolto dalla terra, quest’ultimo ha immediatamente avvertito le autorità competenti.
Avviate le indagini.

LEGGI ANCHE> Trovato cadavere a Peschici, l’uomo era scomparso due settimane fa

Bosco di Lavinio, trovato un cadavere fatto a pezzi

Buste immondizia
Buste immondizia (web)

Dalle prime analisi condotte sui resti del corpo, si presume che si tratti di una persona (uomo o donna) di età compresa fra i 30 e i 60 anni. Difficile, al momento, stabilire la data della morte. Da un primo esame, sembra che il corpo si trovi nel bosco da parecchio – probabilmente, da 8-10 anni. Tuttavia, non è da escludersi che sia stato seppellito lì in tempi più recenti.

Le due buste nere dell’immondizia, rinvenute da un signore che era a caccia di funghi, contenevano il cadavere dell’uomo fatto a pezzi: in una vi erano i resti del busto e del bacino, con annessa maglia della Roma; nell’altra si trovavano invece gli arti inferiori.
Una scoperta macabra, dunque, quella avvenuta nel bosco di Lavinio.

Rinvenimento del corpo
Rinvenimento del corpo (web)

Al fine di approfondire le analisi, il cadavere della vittima è stato trasferito presso l’Istituto di medicina legale del Policlinico Tor Vergata. Come prima cosa, sui resti verranno eseguiti l’esame autoptico e l’esame del DNA, che potrebbero rivelare preziose informazioni.

Inoltre, resta da chiarire se si tratti di un caso di omicidio. Al momento, l’inchiesta condotta dalla Procura di Velletri sta considerando varie piste, anche se la più probabile concerne “l’occultamento e la distruzione di cadavere“.

LEGGI ANCHE> Venezia, cadavere nel fiume. “Vado a fare una passeggiata” le sue ultime parole

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter