Coronavirus, Sileri : “Meno tamponi più quarantena”

La situazione riguardo al Coronavirus preoccupa l’Italia intera. Pareri contrastanti tra esperti. Sileri: “No alla corsa ai tamponi”

Coronavirus Covid-19 bollettino
ospedale (Getty Images)

E’ iniziata la corsa ai tamponi, la seconda ondata ci sta travolgendo e l’Italia ancora una volta si deve sacrificare per escludere un nuovo lockdown che metterebbe ko il Paese intero a livello economico e sociale. Tra gli esperti girano troppi pareri contrastanti che confondono ancora di più la popolazione italiana. Intanto i casi positivi crescono a vista d’occhio, nelle ultime 24 ore sono aumentati di 16.079 unità in più e le persone in terapia intensiva ammontano a 992, 66 in più. Alcune regione hanno già adottato misure restrittive più rigide, arriva il coprifuoco in Lombardia, Lazio e Campania.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>Wanda Nara e il selfie in primo piano con una persona speciale-FOTO

Coronavirus, il parere degli esperti

Sileri viceministro Salute virus fase 2 Serie A
Il viceministro della Salute Pierpaolo Sileri (foto dal web)

Pareri contrastanti girano tra i piani alti. Tra politici e personale sanitario. Il viceministro della salute Pierpaolo Sileri ha spiegato: “Vedo una corsa troppe volte ingiustificata al tampone. Se hai avuto un contatto stretto devi metterti in quarantena per 10 giorni – sottolinea – e poi fare il test. Prima si rischia di non rilevare il virus che è ancora in incubazione e di infettare i propri familiari“. Il viceministro si riferisce anche alle code al drive-in per i tamponi che potrebbero essere occasione di contagio. Federico D’Incà, ministro per i Rapporti con il Parlamento e le Riforme, ha spiegato che siamo in un momento difficile  ma afferma: “Siamo intervenuti per fare in modo di diminuire i casi tra le persone e diminuire il carico all’interno delle terapie intensive. – ribadisce – Ci vuole del tempo perché le regole vengano applicate e ci siano dei risultati”. Per il Ministro la situazione è sotto controllo.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE>>>Stop all’ alito cattivo: i migliori modi per contrastarlo

laboratorio covid
laboratorio covid (gettyimages)

“Stiamo facendo e faremo di tutto per evitare il lockdown – afferma il Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese in un’intervista al Corriere della Sera –   perché sarebbe un colpo durissimo all’economia e per la tenuta sociale del Paese“. Conclude: “Perciò i controlli devono essere rigorosi e i cittadini devono guardare alle forze dell’ordine come alleati, non come controparte”.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter