Covid, Giuseppe Conte sotto pressione:“lockdown? Ora la verità “

Giuseppe Conte chiamato a rispondere sulla situazione delicata nella quale verte il paese. Un possibile lockdown? Il premier ammette la verità.

View this post on Instagram

Tanto più rigoroso sarà il rispetto delle prescrizioni da parte di ciascuno di noi, tanto più efficace sarà il contenimento del rischio di contagio e più possibile superare questa seconda ondata con il minor sacrificio per il Paese. Dobbiamo sforzarci tutti di ridurre le occasioni di contagio, di evitare spostamenti non necessari e attività superflue che potrebbero generare rischio. Se saremo disposti, oggi, ad affrontare questi piccoli sacrifici, domani riusciremo ad evitare interventi più rigorosi e, quindi, più penalizzanti. Sono fiducioso che l’intera comunità nazionale saprà esprimere, anche questa volta, come accaduto in occasione della prima ondata, la serietà, l’impegno, la forza d’animo e la determinazione necessari a superare la difficile sfida che stiamo vivendo.

A post shared by Giuseppe Conte (@giuseppeconte_ufficiale) on

“Dobbiamo scongiurare un secondo lockdown generalizzato, per questo rimaniamo vigili e pronti a intervenire dove necessario”. Questo è quanto dichiarato dal premier Giuseppe Conte, chiamato a pronunciarsi in questi giorni particolarmente delicati circa la diffusione del contagio. Impegnato ad applicare le misure più idonee per intervenire sull’emergenza, Conte ribadisce infatti quanto il pericolo Covid sia ancora presente e non bisogna abbassar la guardia. “Siamo ancora dentro la pandemia: forti dell’esperienza vissuta della scorsa primavera dobbiamo contenere il contagio puntando a evitare l’arresto dell’attività produttiva e lavorativa, la chiusura degli uffici pubblici, come la chiusura delle scuole”.

LEGGI ANCHE -> Covid-19, Ranieri Guerra: “Nuovo lockdown? Provocherebbe rivolte armate”

Covid, Giuseppe Conte interviene al Festival del Lavoro

In occasione del Festival del Lavoro Giuseppe Conte ha lasciato un messaggio ai partecipanti: Tutelare prioritariamente la salute consente di difendere meglio il tessuto produttivo. “…attenzione altissima. Dobbiamo contenere il contagio puntando a evitare l’arresto dell’attività produttiva come pure delle scuole e degli uffici pubblici.”

L’evento, inaugurato proprio oggi alle ore 10:00 ha previsto la proiezione dello speciale di “Diciottominuti – Uno sguardo sull’attualità” il quale ha affrontato il tema del lavoro e precisamente  le prospettive, nonché le criticità emerse dopo il Covid-19. Spunti per superare la crisi che sta devastando il paese parallelamente al Covid.

Anche in queste ore  il premier che si sta adoperando per misure più adatte per affrontare la situazione in Italia, auspica comunque la prudenza. Un nuovo lockdown in Italia sarebbe un disastro per tutta l’economia del Paese, questo è quanto espresso in più occasioni dal premier.

LEGGI ANCHE -> Covid-19, ipotesi nuovo lockdown se non diminuiscono i contagi tra 7 giorni

I primi effetti devastanti si sono avuti già col primo lockdown, imporne un secondo farebbe sprofondare ulteriormente il paese. Non resta che attendere ulteriori delucidazioni circa le prossime attuazioni del Governo.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.