Auto invade cantiere e si scontra con un cordolo: muore giovane madre, grave il figlio

Una giovane madre di 31 anni ha perso la vita nella serata di ieri in un tragico incidente in auto sulla statale 26, nel territorio di Caluso, in provincia di Torino.

Ambulanza (foto dal web)

Ennesima tragedia sulle strade del nostro Paese. Come riportato dal sito bloglive.it, la scorsa notte una giovane madre di 31 anni è deceduta in un terribile incidente stradale consumatosi sulla statale 26, nel territorio di Caluso, comune in provincia di Torino.

La donna viaggiava, insieme al marito 26enne ed al figlio di 5 anni, a bordo di un’auto che, per cause ancora da accertare, si è schiantata contro un cordolo in costruzione, dopo aver invaso un cantiere presente sulla carreggiata. Per la 31enne, all’arrivo dei soccorsi non c’è stato nulla da fare.

Il piccolo è stato, invece, trasportato in ospedale, dove è stato ricoverato in gravi condizioni. Anche il 26enne, in stato di choc e ferito non gravemente, è stato portato in ospedale.

Incidente a Torino: muore giovane madre, grave il figlio di 5 anni

Una giovane madre di origini sinti è morta nella serata di ieri, giovedì 22 ottobre, in un drammatico incidente stradale avvenuto sulla statale 26 a Caluso, in provincia di Torino. A perdere la vita Silvia Riviera, 31enne residente ad Ivrea, che era in auto insieme al marito 26enne, alla guida, ed il figlio di 5 anni.

Ambulanza notte (Getty Images)

 

La vettura, stando a quanto ricostruito, come riporta La Stampa, avrebbe invaso un cantiere sulla carreggiata e, dopo aver impattato contro un cordolo in costruzione, si è ribaltata. Nello schianto, i tre sarebbero stati sbalzati fuori dall’abitacolo.

Sul luogo dell’incidente sono arrivati i soccorsi del 118, ma per la donna non c’è stato nulla da fare. I medici hanno potuto solo constatarne il decesso, sopraggiunto sul colpo. Il bambino è stato trasportato presso l’ospedale Regina Margherita di Torino, dove si troverebbe ricoverato in gravi condizioni. In ospedale anche l’uomo alla guida, sotto choc, che non avrebbe riportato gravi ferite nello schianto.

Intervenuti anche i vigili del fuoco ed i carabinieri che hanno provveduto ai primi accertamenti per ricostruire la dinamica dell’incidente.

ragazzi morti Carabinieri

Stando a quanto riferisce La Stampa, il 26enne sarebbe stato denunciato dai militari dell’Arma per omicidio stradale.