Dpcm, la protesta di un ristoratore di Pesaro. Alla polizia “non chiuderò mai”

A Pesaro irruzione della polizia in un ristorante: 90 a tavola per protesta contro Dpcm. Il sindaco Matteo Ricci, “Un fatto gravissimo”

Ristorante Pesaro (foto dal web)
Ristorante Pesaro (foto dal web)

Mentre in tutta Italia scattano irruente le proteste in strada della gente esasperata per le chiusure forzate delle attività commerciali, a Pesaro un ristoratore ha pensato bene di festeggiare con diversi amici della zona nel suo locale, fregandosene delle recenti imposizioni del nuovo Dpcm.

LEGGI ANCHE –> Tir fermo da troppo tempo: l’agghiacciate ritrovamento

La polizia ha così fatto irruzione intorno alle 20:30 nel ristorante “La Macelleria” di Pesaro gestito da Umberto Carriera, dove era stata organizzata via social una cena con 90 commensali in segno di protesta per la chiusura alle 18 dei locali e del numero minimo di partecipanti. All’arrivo della polizia nel locale, il ristoratore ha cercato di impedire l’accesso agli agenti, che sono poi entrati da una porta laterale, mentre la gente ha continuato a mangiare urlando e brindando.

Carriera, “Non stiamo facendo nulla di anomalo”

Ristorante Pesaro (foto dal web)
Ristorante Pesaro (foto dal web)

Potete arrestarmi – ha urlato – ma io non chiuderò mai“. L’irruzione è stata seguita in diretta social su un’emittente locale e su profili privati. Poche ore prima a Pesaro centinaia di persone, lavoratori e titolari di bar, ristoranti e palestre, erano scesi in piazza del Popolo, per una manifestazione autorizzata dal prefetto, che ha accolto una delegazione dei manifestanti.

LEGGI ANCHE -> Il signor Distruggere e il dolore che non riesce a superare

Rispetto la capienza consentita, le norme sul distanziamento e l’uso della mascherina – ha detto Carriera all’agenzia di stampa Dire -. Se fino alle 18 posso lavorare perché non posso farlo ora. Come avevo già annunciato in caso di un nuovo lockdown i miei ristoranti sarebbero rimasti aperti. Non stiamo facendo nulla di anomalo“.

Ristorante chiuso d’autorità fino a nuove disposizioni. Su Facebook Carriera ha chiuso la giornata pubblicando una foto sul divano. Il sindaco Matteo Ricci condanna su Facebook la cena di protesta: “Un fatto gravissimo, un conto è manifestare legittimamente e pacificamente e un’altra è fare queste pagliacciate“.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter