Luca Tommassini assalito da dei rapinatori: “Li ho supplicati di non uccidermi” | VIDEO

Grande paura per il coreografo Luca Tommassini, assalito nella serata di ieri da una banda di rapinatori. “Mi hanno puntato una pistola alla gola”

 

Visualizza questo post su Instagram

 

#giornobuono #tommassinivirtualfamily …. ci vediamo oggi in TV per raccontare cosa è accaduto…. a più tardi per i dettagli…. grazie per tutti i vostri messaggi pieni di amore ❤️ #wearedreamers #lucatommassini

Un post condiviso da Luca Tommassini (@lucatommassinidreamer) in data:

Grande spavento nella serata di ieri per Luca Tommassini, coreografo di moltissime star del pop: allo scoccare del coprifuoco, attorno alle ore 23, è stato assalito da un banda di rapinatori. Il tutto è accaduto nella sua casa di Roma, nel quartiere di Trastevere, bersaglio di un tentativo di furto con scasso.
Li ho supplicati di non uccidermi, mi hanno puntato la pistola alla gola” – ha dichiarato il coreografo, ancora sotto shock.

LEGGI ANCHE> Marco Carta, emessa la sentenza della Corte d’Appello sul furto alla Rinascente

Luca Tommassini, tentativo di furto. Il VIDEO

Luca Tommassini
Luca Tommassini (Getty Images)

È accaduto tutto allo scoccare del coprifuoco, attorno alle 23, nel quartiere romano di Trastevere. Luca Tommassini, coreografo di moltissime star del pop mondiale e direttore artistico, ha subito un tentativo di furto con scasso nella sua abitazione. Ancora sotto shock, Tommassini ha raccontato di essere stato “in balia di questi folli per un’ora“.

La banda di rapinatori si è fatta trovare proprio all’ingresso del suo condominio. L’artista, come ha raccontato all’ANSA, ha tentato di scappare prendendo le scale, ma i ladri lo hanno inseguito fino alla porta di casa. Lì, Luca non ha avuto più scampo, venendo immediatamente immobilizzato dal branco.

Avevano un borsone, accette, picconi, e non so che altro, mi spingevano, strattonavano” – ha dichiarato incredulo il coreografo, descrivendo quello che è apparso essere un tentativo di furto in piena regola. “Li ho supplicati di non uccidermi, mi hanno puntato la pistola alla gola“: una situazione di estremo pericolo, dunque, quella verificatasi ieri sera.
Tuttavia, il coreografo è riuscito ad uscirne illeso.

Sono arrivate per fortuna le volanti, ma sono stato un’ora in balia di questi folli“: l’arrivo tempestivo degli agenti di polizia ha scongiurato la peggiore delle ipotesi. Luca è miracolosamente scampato ai suoi rapinatori. Quest’ultimi, tuttavia, gli hanno sottratto il cellulare, oltre alle chiavi di casa e dell’allarme.

LEGGI ANCHE> Pistoia, adolescente inscena una rapina: I miei genitori non mi considerano

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter.